Play 2019: gli appuntamenti di questa edizione

tutti a modena

Play 2019: inizia l'evento di quest'anno

Ormai è un dato di fatto, gli intramontabili giochi di società stanno vivendo una seconda giovinezza. A dimostrarlo, come sempre, i numeri. Oltre ai dati di un fiorente mercato in ascesa, un esempio lampante è proprio Play – Festival del Gioco, la più importante fiera italiana dedicata al mondo dei boardgame che con la precedente edizione, la decima, ha superato quota 40mila visitatori, presentando più di 5mila giochi in scatola tra novità assolute e grandi classici su ben 2600 tavoli di giochi, grazie al supporto di oltre 100 associazioni ludiche. Dati dieci volte superiori a quelli della prima edizione e in crescita del 14% rispetto all’anno precedente, segno che il gioco da tavolo in Italia si sta affermando sempre di più. Una tendenza non più legata solamente a una nicchia di appassionati, ma un argomento che tocca i soggetti più disparati, famiglie in primis, proprio perché un gioco in scatola coinvolge tutti e favorisce la socialità in modo sano e costruttivo. È con queste premesse che dal 5 al 7 Aprile, Play ritorna a Modena Fiere e, in occasione del 50° anniversario dello sbarco sulla Luna, dedica la kermesse proprio alla “Corsa allo Spazio”.

Play 2019 – Gli appuntamenti

Entra, Scegli, Gioca”, questo il motto dell’evento: ad attendere i visitatori, infatti, ci saranno almeno 130 espositori distribuiti in 22mila metri quadri del tutto dedicati al gioco e all’intrattenimento, dove tutti potranno divertirsi come meglio credono, a cominciare dalle famiglie e dai più piccoli. Tantissime le attività in programma per celebrare lo sbarco sulla Luna del 1969, a cominciare dall’incredibile possibilità di vivere la simulazione di un viaggio spaziale o di esplorare la Luna. Grazie alla collaborazione con l’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), verranno approfonditi i temi spaziali più disparati, dall’esplorazione del cosmo alla “gamification” al servizio della didattica scientifica. E poi incontri, laboratori, attività per adulti e bambini, la corsa allo spazio contaminerà un po’ tutto il festival, con una selezione di giochi in scatola ambientati in giro per il cosmo a disposizione di tutti.

Ma “il gioco è una cosa seria. Anzi, tremendamente seria”, come scriveva lo scrittore e pedagogista tedesco Jean Paul. Ed è per questo che il programma dell’undicesima edizione di Play – Festival del Gioco prevede anche le Olimpiadi della Matematica e le Finali Nazionali del Campionato Studentesco di Giochi Logici, ennesima conferma di quanto l’evento tenga in considerazione l’aspetto formativo e didattico dei più giovani. Come ogni anno, infatti, Play invita le classi delle scuole di ogni ordine e grado a visitare gratuitamente il Festival sia venerdì 5 aprile, sia la mattina di sabato 6 aprile. Le migliaia di studenti e i loro insegnanti si prenderanno così una meritatissima pausa dalla classica routine didattica, continuando però a imparare grazie alle centinaia di giochi in scatola “intelligenti” a loro disposizione. In particolare, i più piccoli potranno scorrazzare in una zona interamente dedicata a loro con proposte ludiche prettamente rivolte alle famiglie: l’area Play Kids, infatti, può vantare spazi ancora più ampi e tantissime attività ad hoc organizzate sia dall’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, sia dall’Associazione Nazionale Ludobus e Ludoteche.

Una delle novità dell’undicesimo Play – Festival del Gioco sarà il Quadrilatero dei Librigioco: in linea con le tendenze del momento, per la prima volta un’intera area verrà dedicata a storie a bivi, avventure in solitario e romanzi tutti da giocare. Ad occuparsene Librogame’s Land, i massimi esperti di narrativa interattiva che organizzeranno sessioni di gioco e di lettura, tornei e conferenze, dimostrazioni e incontri dal vivo con i principali autori, disegnatori ed editori tutti incentrati sul fenomeno librogame. Una ghiottissima occasione per presentare in anteprima assoluta la nuova edizione del fumetto-game firmato da Sio, il fumettista youtuber noto anche come Scottecs che con Panini Comics presenterà in esclusiva la sua ultima fatica. Non mancano i grandi nomi internazionali, con Eric M. Lang, game designer di fama internazionale, che insieme a Rob Daviau, Munchkin Dungeon e al game designer italiano Andrea Chiarvesio, annuncerà il suo prossimo gioco ispirato alle opere di H.P Lovecraft Cthulhu: Death may Die. Partecipare a Play non è mai stato così facile come quest’anno. Grazie alla collaborazione con Trenitalia e Italo, raggiungere Modena sarà veloce ed economico per tutti. Non solo treni: con Busforfun, infatti, gli appassionati di tutta la Penisola potranno raggiungere l’amato festival comodamente in pullman. Insomma, non ci sono scuse che tengano, gli amanti dei giochi in scatola o di ruolo per definirsi tali devono assolutamente fare un salto a Play – Festival del Gioco. Ad attenderli un programma di tutto rispetto, tantissime sessioni di gioco e una valanga di novità e sorprese adatte proprio a tutti, adulti e bambini. Per essere sempre aggiornati su appuntamenti e iniziative particolari o per tutte le informazioni del caso su biglietti, ospiti e giochi bastano pochi clic su Play-Modena.it o sul profilo Facebook Play-Modena.

Informazioni su Samuele "SamWolf" Zaboi 3206 Articoli

Videogiocatore da sempre, amante di cinema e Serie TV. Affascinato da ciò che è insolito, inusuale e profondo amante del mondo horror.
"Everybody lies. No exceptions."
Fondatore e ideatore di NerdGames.it
POWER TO BE NERD ✊🏻🎮

Lascia un commento