Tomb Raider – Speciale

Bentornata Lara

Tomb Raider - Speciale

Tomb Raider è uno dei franchise più iconici nel mondo dei videogiochi, capace di dare a un volto femminile una notorietà prima di allora inedita e che in breve tempo ha trasceso il puro mondo videoludico, andando verso gadget, merchandising e naturalmente anche nell’universo cinematografico. Prima con Angelina Jolie, poi più recentemente con Alicia Vikander, Lara Croft è un personaggio che ha saputo conquistare una grande celebrità anche sul grande schermo. Ora, in occasione della release dell’edizione home video di Tomb Raider, cogliamo l’opportunità per parlare nuovamente del film diretto da Roar Uthaug.
Personalmente, per me si è trattato di una sorta di test, per verificare se quanto visto al cinema mesi fa fosse confermato pienamente o se invece il mio giudizio, lontano dagli entusiasmi del grande schermo e della sala cinematografica, avesse bisogno di una revisione. La realtà è che la valutazione è rimasta immutata. Ho apprezzato nuovamente la performance di Alicia Vikander e la realizzazione di questa pellicola, così vicina e connessa alla reebot videoludico del 2013.
Proprio per questo motivo, in questo articolo analizzerò soprattutto i contenuti speciali mentre per la recensione di Tomb Raider vi rimando al nostro articolo dedicato.
Tomb Raider - Speciale

Tomb Raider – I contenuti Extra

I contenuti extra presenti nella versione Blu-Ray permettono un viaggio a fondo nelle realizzazione del film anche se, un po’ a sorpresa, manca l’inserimento di scene tagliate o della visione del film con il commento del regista o di Alicia Vikander, un dettaglio che avrebbe potuto essere molto interessante. Superato questo primissimo scoglio, lo spaccato offerto da Warner Bros. resta comunque molto interessante. Naturalmente, come sempre accade in questi casi, ci sono contenuti che riescono a catturare maggiormente l’attenzione rispetto ad altri ma procediamo con ordine.
Diventare Lara Croft nella vita reale non è semplice. Non lo fu per Angelina Jolie ai tempi e ovviamente non lo è stato nemmeno per Alicia che ha dovuto portare in vita la nuova versione della giovane archeologa, volta alla sopravvivenza e uno sforzo fisico mai sperimentato in precedenza nella saga videoludica. La realizzazione del personaggio ha chiesto enormi sacrifici all’attrice, soprattutto fisici ma non solo, e vedere parte del lavoro a cui si è dovuta sottoporre rende ulteriormente omaggio alla sua performance, che ho molto apprezzato non tanto per le abilità fisiche e atletiche, quanto per la capacità di dare vita alla nuova Lara che abbiamo avuto modo di conoscere ormai 5 anni fa.
Non mancano speciali sulla realizzazione e la genesi del film, con un ulteriore approfondimento dedicato alla scena del rapide (chi ha visto la pellicola sa di cosa sto parlando). Ultimo ma non meno importante, tutt’altro direi, è lo spazio dedicato all’icona Lara Croft, capace di conquistare milioni di fan prima con i videogiochi poi con i film. Rivedere ancora una volta tutti i capitoli della saga (anche quel Tomb Raider II che personalmente ho tanto amato) è un tuffo nel passato (e al cuore) che sicuramente tutti i giocatori apprezzeranno, ripercorrendo la figura di Lara Croft sin dalla sua nascita fino alla trasposizione cinematografica con Alicia Vikander.
Se avete modo di vedere già il film al cinema e vi ha saputo entusiasmare, allora la pellicola non può mancare nella vostra collezione.

“Geek-Store”


Informazioni su Samuele "SamWolf" Zaboi 4125 Articoli

Videogiocatore da sempre, amante di boardgame, fumetti, cinema e Serie TV. Affascinato da ciò che è insolito, inusuale e profondo amante del mondo geek.
Vita da nerd.
"Everybody lies. No exceptions."
Fondatore e ideatore di NerdGames.it
POWER TO BE NERD

Lascia un commento