Oblomov presenta ALACK SINNER, L’età del disincanto Edizione integrale

un fumetto epocale

Oblomov presenta ALACK SINNER, L’età del disincanto Edizione integrale: volume 2 di 2

Oblomov Edizioni presenta ALACK SINNER, L’età del disincanto Edizione integrale: volume 2 di 2, acquistabile ora QUI.

Alack Sinner, nato dalla collaborazione tra gli argentini José Muñoz e Carlos Sampayo, è un investigatore coriaceo e disilluso, con una faccia che ha preso molti pugni e un nome che è tutto un programma: Alack “Sventura” e Sinner “Peccatore”. Le sue storie sono ambientate negli anni Settanta, in una New York scossa dalle tensioni razziali e dalla guerra del Vietnam.

Hard-boiled politico, segnato dalle tensioni della società contemporanea, Alack Sinner racconta la corruzione materiale e morale dei ricchi e dei potenti, e la disperazione malinconica dell’umanità varia e disgraziata – prostitute, drogati, transessuali, sbandati, rivoluzionari – che abita i bassifondi e frequenta i locali dove si ascoltano il jazz di Coltrane e la musica di Lou Reed. Il tutto in un bianco e nero denso e netto, senza passaggi di grigio, cupo come le storie che racconta.

Considerato un classico del fumetto, ha cominciato ad apparire su “Alter Linus” a partire dal 1975. Sinner ha cambiato il fumetto moderno, reinventando il noir e le sue coordinate narrative. Un concerto di bianchi e neri che hanno scolpito l’immaginario di più generazioni.

I suoi autori, José Muñoz e Carlos Sampayo, sono diventati nomi leggendari, riveriti dai maestri d’oltreoceano, letti e amati in tutto il mondo.

Con L’età del disincanto si conclude l’integrale: il secondo volume contiene l’ultima parte della conversazione raccolta da Goffredo FofiA proposito di Alack, 60 pagine di disegni e testi inediti in Italia, le interviste a grandi artisti del fumetto raccolte da Erwin Dejasse – Comès, Loustal, Mattotti, Tardi e Wolinski – sull’impatto che le storie di Alack Sinner hanno avuto sul fumetto europeo. È una rarità. L’edizione integrale di Alack Sinner si è guadagnata l’apprezzamento di Paul Gravett come edizione di riferimento internazionale per il classico di Muñoze Sampayo.

Oltre 800 pagine in grande formato, su carta pregiata, con storie inedite e dimenticate.

JOSÉ MUÑOZ

José Muñoz è uno dei più importanti e talentuosi fumettisti di sempre. Dall’Argentina, dove aveva studiato sotto la guida di grandi maestri come Alberto Breccia e Hugo Pratt, si trasferì negli anni Settanta in Inghilterra, poi in Spagna e in Italia. Il suo stile, fortemente stilizzato ma dall’ambientazione realistica, ha avuto una grande influenza sulle generazioni successive di disegnatori. Le “historietas” per Muñoz dovevano essere un contenitore di riflessioni politiche e filosofiche e trovò in Carlos Sampayo un amico e collega. Da questo celebre sodalizio artistico sono nati capolavori destinati a fare la storia della nona arte, contraddistinti da una tipica atmosfera poliziesca e noir, da un bianco e nero netto e dai riferimenti al mondo musicale, soprattutto jazz.

CARLOS SAMPAYO

Nato a Buenos Aires nel 1943, Carlos Sampayo abbandona l’Argentina negli anni Settanta per ragioni politiche.In Spagna incontra José Muñoz dando vita a una collaborazione dalla quale sono nate opere immortali: Alack Sinner, Sophie e Nel bar (pubblicati in Italia su “Alter” e “Frigiadaire”). In seguito Sudor Sudaca e, nel 1990, Billie Holiday, autobiografia romanzata della leggendaria “Lady Day”. L’appassionata e profonda conoscenza della musica jazz (l’autore è infatti anche giornalista e critico musicale) è evidente qui come in Fats Waller (realizzato con Igort e da poco riproposto in una nuova edizione da Oblomov).


Informazioni su Samuele "SamWolf" Zaboi 3417 Articoli

Videogiocatore da sempre, amante di boardgame, fumetti, cinema e Serie TV. Affascinato da ciò che è insolito, inusuale e profondo amante del mondo horror.
"Everybody lies. No exceptions."
Fondatore e ideatore di NerdGames.it
POWER TO BE NERD

Lascia un commento