Roman Ritual – Recensione

Roman Ritual - Recensione

Leviathan Labs ci porta alla scoperta dei segreti del Vaticano in un horror soprannaturale firmato El Torres.

  • Pagine: 116
  • 16,8×24 cm, colori, brossurato
  • Prezzo: 15,00 €

Roman Ritual – La recensione

D’ora innanzi non ardire,
perfido serpente, di ingannare
il genere umano, di perseguitare
la Chiesa di Dio, e di scuotere
e crivellare, come frumento,
gli eletti di Dio
.”

Quando si parla di horror tornano alla mente alcune immagini che hanno definito in qualsiasi ambito, nel corso degli anni, questo genere: sto parlando di mostri (nel suo più ampio significato), zombie, sangue e omicidi. Ecco, lasciate per un attimo tutti questi argomenti, ben noti anche nel mondo dei fumetti (qualcuno ha detto The Walking Dead?, ndr) e concentriamoci su un filone che forse ha avuto più successo cinematografico e televisivo rispetto all’universo comics. Avete presenti demoni, preti, esorcismi e possessioni? Ecco, in Roman Ritual, fumetto pubblicato in Italia da Leviathan Labs, che ringraziamo per la copia review, troviamo un mix perfetto di questi ingredienti che danno vita a un fumetto ben fatto e firmato dalla mente dell’horror di El Torres.

Di storie di possessioni se ne sono sentite, viste e lette un’infinità ma quella scritta da El Torres con i disegni e i colori rispettivamente di Jaime Martinez e Sandra Molina riesce a distinguersi per qualcosa di effettivamente originale, come quell’ingrediente segreto che riesce a dare un sapore tutto nuovo a una ricetta classica.

John Brennan è il protagonista della nostra storia, un prete esorcista esiliato dal clero e dal passato turbolento e misterioso che viene richiamato di grande urgenza lì dove la Chiesa cattolica vive e prospera: Italia, Roma, Città del Vaticano. E così, all’interno dei corridoi e dei segreti della Santa Sede, dove naturalmente non mancano i classici intrighi di potere (uno degli ingredienti sopracitati), John si trova a dover affrontare uno sconvolgente caso di possessione. Mi rendo conto che la parola “sconvolgente” di per sé, leggendola, può creare qualche dubbio e può essere stata pensata come spot per questa recensione ma vi assicuro che non è così: sfogliando infatti le pagine di Roman Ritual mi sono immaginato cosa potesse essere questo elemento sconvolgente e nella mia mente si sono figurate le più strampalate ipotesi. Quando poi tutto è stato svelato ecco che, come un lampo che illumina la notte, l’opera di El Torres diventa quel fumetto horror dall’identità unica e ben definitiva.

Attraverso i quattro capitoli di cui è composta la nostra storia, esploreremo quel sottile confine tra fede, superstizione e soprannaturale attraverso pagine che non disdegnano qualche interessante sviluppo, anche tra i personaggi protagonisti.

Le atmosfere, ben diverse a seconda dei luoghi in cui si sta svolgendo la vicenda, sono ben riuscite grazie al tratteggio di Martinez mai banale e ai colori di Molina, cupi al punto giusto quando serve e di stampo opposto quando necessario. 

Roman Ritual è un fumetto che riesce a lasciarti qualcosa dopo la sua lettura, sia esso un disegno a tutta pagina, una scena o l’intero racconto. Il lavoro di El Torres merita di essere letto, a maggior ragione se siete fan dell’horror soprannaturale.


Informazioni su Samuele "SamWolf" Zaboi 3560 Articoli

Videogiocatore da sempre, amante di boardgame, fumetti, cinema e Serie TV. Affascinato da ciò che è insolito, inusuale e profondo amante del mondo horror.
"Everybody lies. No exceptions."
Fondatore e ideatore di NerdGames.it
POWER TO BE NERD

Lascia un commento