Street Angel – Recensione

un personaggio dalla storia travolgente e rocambolesca

Street Angel - Recensione

Leviathan Labs pubblica un bel volume di Street Angel, personaggio cult di inizio anni Zero,della scuderia Image Comics. Ci si diverte e molto. Pronti a salire sullo skate di Jesse?

Street Angel – La nostra recensione

Jim Rugg e Brian Maruga fanno trasparire dalle pagine del loro fumetto una forte amicizia, di quelle piene di battutacce reciproche, birrette e tanta musica (io dico punk rock anni 90).
Jim propone un’idea, Brian rilancia e insieme creano Jesse Sanchez, (anti)eroina della scuola Van Buren, skater e grande…picchiatrice.

Che si tratti di essere sfidata dal compagno di classe Jakob, dalla gang di strada dei Bleeders o di dover affrontare supereroi o minacce aliene, Jesse si dimostra sempre un’Amica Affidabile, istintiva, violenta (quando serve) e poco rispettosa delle regole e delle convenzioni sociali in generale.

Le tre avventure dell’ottimo volume pubblicato da Leviathan Labs non necessitano di altre informazioni:ci pensano loro, Jim e Brian, con aneddoti sulle storie e la loro costruzioni a regalarvi ulteriori chicche, dietro le quinte e riflessioni per il Club del Libro (capirete leggendo).

I disegni di Rugg sono davvero notevoli, molto indie e legati al mondo delle autoproduzioni e del DIY (do it your self) che mi ha richiamato all’attitudine punk dei due autori. Street Angel è il fumetto ideale per coloro che sono alla ricerca di un comics divertente, ma senza eroi in calzamaglia, lontano dall’introspezione ma che faccia casino, come quando si è tra amici, proprio come fanno Jim e Brian.


Informazioni su Mauro "Uino" Orsi 35 Articoli

Marvel Zombie e lettore compulsivo. Ama andare al cinema e ai concerti, ma non rinuncia al binge - watching.

Lascia un commento