The Last of Us – Il Sogno Americano – Recensione

In principio c'era un sogno

The Last of Us - Il Sogno Americano - Recensione

Sempre più spesso vediamo nel mondo dei media, cinema o televisione, trasposizioni e produzioni direttamente dal mondo dei fumetti, che anche grazie a queste opere sta scoprendo una nuova “vita”. Il percorso inverso è una strada che per il momento rimane ancora poco esplorata anche se non mancano alcuni esempi in tal senso, come può essere il fumetto di Life is Strange, nato dal videogioco di Dontnod Entertainment.

I concomitanza con l’uscita del secondo capitolo della saga video ludica The Last of Us è stato pubblicato da Editoriale Cosmo anche il fumetto del videogioco di Naughyt Dog, intitolato Il Sogno Americano. Si tratta di un fumetto prequel che narra le vicende di una giovanissima Ellie e che vede, nella sua realizzazione, la partecipazione di Neil Druckmann, la mente dietro alla nascita della saga videoludica targata PlayStation.

  • Pagine: 96
  • Brossurato, colore
  • Prezzo: 13,90 €

Il sogno americano

In The Last of Us – Il Sogno Americano troviamo, come già citato in sede di presentazione, una giovanissima Ellie, ancora lontana dalle avventure con Joel e dalla scoperta di quello che sarà il suo futuro. In questo fumetto la nostra protagonista, ancora tra i banchi di scuola, fa la conoscenza di Riley, personaggio che i fan della serie hanno già avuto modo di conoscere nel DLC Left Behind, contenuto aggiuntivo nel primo capitolo di The Last of Us. Senza addentrarmi troppo nel dettaglio della storia, per evitare qualsiasi forma di spoiler, vi basterà sapere che nelle pagine de Il Sogno Americano capiremo come le due ragazze sono diventate amiche, come sia nato il loro rapporto. La Ellie che si incontra in queste pagine è un personaggio totalmente diverso da quello che abbiamo avuto modo di vedere con The Last of Us, sia nel primo capitolo e, a maggior ragione, nel suo sequel. È una ragazza ancora “innocente”, in balia degli eventi e che spesso dovrà affidarsi unicamente al suo istinto.

In questo fumetto si respira il sogno americano, quella speranza di libertà, di poter costruire il proprio futuro, anche di fronte alla minaccia globale di quanto procurato dal fungo Cordyceps. In questa atmosfera si riesce a cogliere l’espressione massima del personaggio di Riley, disposta a tutto pur di raggiungere il suo scopo: respingere un destino che sembra già scritto e segnato per poter plasmare il proprio futuro con le proprie mani. Ed è così che conosce la giovane Ellie, una ragazzina che vive cambiando in continuazione scuola, in attesa in attesa di poter definire e collocare la propria vita all’interno della storia. Nel fumetto è possibile avere un primo assaggio di come l’Outbreak Day, il giorno in cui il mondo di The Last of Us è cambiato per sempre, abbia portato alla luce non solo i mostri che i giocatori hanno affrontato nel videogioco ma anche quei mostri da sempre nascosti nella società umana. Neil Druckmann ha sempre voluto fortemente la stesura e la creazione di queste pagine, considerate – giustamente – parte integrante e imprescindibile dell’universo creato da Naughty Dog. Questo lo si può notare dai forti contenuti e dei temi trattati in Il Sogno Americano: proprio come un pittore alla sua prima stesura, qui iniziano a delinearsi i tratti di quel mondo e di quel personaggio (Ellie) che tutti i fan di TLOU hanno già avuto modo di ammirare.

I disegni di Faith Erin Hicks riescono ad adattarsi perfettamente con la storia e la sceneggiatura firmata di Druckmann, creando e rievocando una sensazione di leggerezza e di spensieratezza, quella sensazione presente in chi è ancora aggrappato un sogno, il sogno americano, che solo la dura realtà potrà frantumare in 1000 pezzi. Il fumetto riesce a offrire molti spunti interessanti, andando così a completare alcuni tasselli rimasti (volutamente?) non trattati a fondo nei videogiochi. Aspetti sul passato di Ellie, sul suo rapporto con Riley, sulle Luci qui vengono accennati e approfonditi rendendo così l’acquisto di questo fumetto imprescindibile per tutti i fan di The Last of Us.


Informazioni su Samuele "SamWolf" Zaboi 3454 Articoli

Videogiocatore da sempre, amante di boardgame, fumetti, cinema e Serie TV. Affascinato da ciò che è insolito, inusuale e profondo amante del mondo horror.
"Everybody lies. No exceptions."
Fondatore e ideatore di NerdGames.it
POWER TO BE NERD

Lascia un commento