Jumanji – The Next Level | Recensione

Welcome to the Jungle!

Jumanji - The Next Level | Recensione

Si torna nella Terra Selvaggia! Il nuovo capitolo della Saga diverte ancora molto, pur perdendo un po’ in originalità, ma incorona definitivamente The Rock come mattatore assoluto dei film di intrattenimento degli anni Dieci.

Due anni fa, sembrava davvero una pazzia riesumare Jumanji, cult movie di metà anni Novanta con Robin Williams. Si è scelto di produrre una commedia ricca di avventura ed azione, più tecnologica (niente gioco in scatola, Jumanji è un videogioco) e dagli evidenti miglioramenti negli effetti speciali. Ebbene, la versione 2.0, Jumanji – Benvenuti nella giungla ha incassato quasi un miliardo di dollari in tutto il mondo. Come resistere alla tentazione di un terzo capitolo, che arrivi in sala per le vacanze di Natale, sfidando un filmetto poco atteso come l’Ascesa degli Skywalker?

Ed è così dunque che a inizio 2019, la Sony annuncia l’inizio delle riprese. Come nella miglior tradizione sportiva, questo film interpreta alla perfezione la famosa massima che “squadra che vince non si cambia”. Viene confermato Jake Kasdan alla regia, sono confermati Jeff Pinkner e Scott Rosenberg alla sceneggiatura, ma soprattutto viene confermato tutto il cast dello scorso capitolo, a partire dai quattro “avatar” del videogame Dwayne The Rock Johnson, Jack Black, Karen Gillian e Kevin Hart. Come se non bastasse, ai Big appena nominati si uniscono altri due pezzi da (anni) Novanta come Danny De Vito e Danny Glover.

De Vito interpreta Eddie, il nonno di Spencer, un anziano scontroso, cinico con diversi problemi fisici e poca voglia di vivere. È un ex ristoratore molto noto in città, grazie alla famosa tavola calda che gestiva con l’amico Milo (interpretato da Glover). Quando però quest’ultimo decise di vendere il locale, il rapporto tra i due si incrinò violentemente: per Eddie fu la fine di un sogno e iniziò a crescere in lui l’idea di essere poco utile alla società. L’operazione subita all’anca, la difficoltà nel vivere con la figlia e il nipote Spencer, rendono ogni giornata molto più difficile per Eddie. Un giorno l’anziano riceve la visita del suo amico, i due non fanno in tempo a chiarirsi quando uno strano raggio li proietta in un altro mondo.

La sensazione è molto strana: non solo si ritrovano all’improvviso nella giungla, ma i loro corpi sono diversi: sani, giovani e forti.  Questa sensazione viene soprattutto percepita da Eddie, che è ora ospite del corpo del dott. Bravestone (The Rock), forte e coraggioso paleontologo di Jumanji. Fortunatamente, insieme ai due anziani sono stati nuovamente risucchiati in Jumanji tutti gli amici di Spencer: Martha (in “pausa di riflessione” da Spencer), Fridge, Bethany e Jeff “Idrovolante”.  Avendo già vissuto questa esperienza, potranno guidare i due anziani in questa nuova esperienza, che per loro è totalmente priva di senso.

I sei personaggi, alcuni con avatar diversi dal precedente film, si ritrovano ancora in Jumanji, perché Spencer, non solo non aveva distrutto la consolle e il gioco come aveva promesso, ma era anche rientrato in questa realtà (poco) virtuale, per ritrovare quelle certezze che aveva vissuto nella scorsa avventura, che gli aveva permesso di credere di più in sé stesso e nell’amicizia.

È evidente che l’evento scatenante è un po’ debole, ma fortunatamente, il film convince e diverte. La missione che i protagonisti devono superare è ovviamente differente dagli altri film, ma il ritmo serrato e il divertimento della pellicola restano intatte.

The Rock e Hart sono un ottimo duo comico, l’idea di cambiare gli avatar ai protagonisti si rivela un ottimo diversivo, così come la scelta di affrontare il tema della vecchiaia, seppur in maniera molto leggera.

Jumanji – The Next Level si rivela dunque il film di Natale perfetto per tutta la famiglia, capace di unire azione, risate e buoni sentimenti, senza annoiare o essere troppo pretenzioso. Va comunque segnalato che la storia segue molto il canovaccio dello scorso film, perdendo in originalità; è anche bene ricordarsi che ogni tanto si può andare al cinema a cercare solo un po’ di spensieratezza e divertimento e Jumanji centra l’obiettivo. Menzione d’onore per The Rock, sempre più a suo agio nei ruoli cazzari e sempre più richiesto per questi film d’intrattenimento a grande budget.

Buona visione e Welcome to the Jungle , we’ve got fun and games!!!


Informazioni su Mauro "Uino" Orsi 16 Articoli

Marvel Zombie e lettore compulsivo. Ama andare al cinema e ai concerti, ma non rinuncia al binge - watching.

Lascia un commento