WRC 9 – Recensione

Il re del rally è tornato!

WRC 9 - Recensione

Il mondo dei giochi di guida è sicuramente molto vasto e la concorrenza è davvero spietata. Ce n’è per tutti i gusti: Mario Kart per gli appassionati più arcade, Assetto Corsa per i maniaci della simulazione, Gran Turismo per i completisti e potremmo andare avanti all’infinito. In questo mondo ricco di proposte e offerte si colloca WRC 9, titolo destinato a quella nicchia di fan appassionati al rally che porta la serie WRC nuovamente sui nostri schermi.

WRC 9 – La nostra recensione

In passato abbiamo avuto modo di recensire altri capitoli del franchise e sappiamo perfettamente quanto publisher e sviluppatori abbiano a cuore il marchio, e questo “amore” (perdonate il termine forse fuori luogo) effettivamente si vede a tratti tra una curva e l’altra… Tuttavia, proprio perché come detto ormai abbiamo una certa esperienza con la serie, non possiamo fare a meno di notare alcuni punti su cui sarebbe forse il caso di intervenire per i prossimi anni.

Fango e neve 

WRC 9 è il videogioco ufficiale del campionato mondiale di rally e già questo aspetto da solo è sufficiente per attirare l’attenzione degli appassionati. Siamo di fronte a un titolo pensato e concepito con due scopi:

1) Offrire ai fan già acquisiti la possibilità di affrontare piste e competizioni per affermarsi come i migliori piloti attualmente in circolazione (anche online ovviamente)

2) Avvicinare nuovi utenti al franchise guidandoli passo passo in quella che naturalmente non è un’esperienza di guida convenzionale.

Per raggiungere questo secondo obiettivo una volta avviato il gioco si viene subito messi alla prova da una breve sessione su sterrato in cui il gioco, in automatico, determinerà il nostro livello. Nell’eventualità in cui dovessimo passare più tempo a raccogliere ciò che resta della vettura dal fango o a contare i danni dopo un frontale contro un pino, ci ritroveremmo immediatamente catapultati grazie a un tutorial ben fatto in una serie di sessioni di allenamento pensate per insegnarci le basi. Il sistema funziona bene, è innegabile, e non è nemmeno opprimente dal momento che è possibile skippare tutto e lanciarsi subito nelle modalità più avanzate… Tuttavia, grazie a un sistema di medaglie che stimola il giocatore a fare sempre meglio, le “sessioni di prova” si rivelano divertenti e sopratutto utilissime per prepararsi a quello che verrà dopo.

Il gameplay di WRC 9, infatti, per quanto strizzi a tratti l’occhio alla simulazione, offre un’esperienza di guida che deve essere padroneggiata e che ha indubbiamente una discreta dose di arcade al suo interno: l’uso del freno a mano, la gestione delle curve indicate dal nostro co-pilota, il dosaggio dell’acceleratore, la conoscenza della vettura… ci vuole sicuramente un po’ per prenderci la mano, ma l’utente è comunque guidato nella curva di apprendimento che non è eccessivamente ripida.

Parlando della modalità carriera, fulcro dell’esperienza offline, abbiamo sicuramente apprezzato alcune meccaniche stile rpg già viste ma sempre efficaci. Correndo e facendo sessioni, infatti, l’utente ottiene soldi ed esperienza e ha la possibilità di investire sul proprio team facendo una vera e propria selezione dei collaboratori. Naturalmente, con tempo e fatica si sbloccano anche moltissimi bonus e miglioramenti per il bolide di turno che permettono piano piano non solo di essere più competitivi, ma anche di avere più informazioni per preparare la gara in modo più efficace.

Il sistema di progressione ideato dagli sviluppatori per l’occasione funziona ed è sicuramente apprezzabile: WRC 9 non è un noioso susseguirsi di corse in cui cambiano solo tracciato e veicolo, è un titolo che permette al giocatore di migliorarsi costantemente e in cui nulla è inutile. Piano piano, corsa dopo corsa, si raggiungono traguardi e soddisfazioni sempre più grandi fino ad arrivare  a competere con altri giocatori reali e agguerriti tanto quanto noi. La carriera quindi, con la sua struttura quasi “ruolistica”, ci ha convinti e siamo certi che saprà intrattenere e appassionare gli amanti della serie.

Occhio alla curva!

Il cuore di WRC, come è ovvio, è nel sistema di guida. Il titolo offre al giocatore la possibilità di andare a settare diversi parametri e aiuti alla guida per cercare di garantire a tutti l’esperienza migliore possibile, ma è comunque necessario usare la testa e non basta accelerare stile Fast and Furious per ottenere dei piazzamenti decenti.

Le piste sono state realizzate bene così come le vetture e rappresentano uno dei punti di forza del titolo, queste ultime poi sono state curate anche negli interni con alcuni dettagli sfiziosi che gli appassionati noteranno sicuramente. Anche gli effetti meteo non deludono anche se dalle passate edizioni non notiamo onestamente grossi miglioramenti da questo punto di vista… La fisica della vettura, che sia su pioggia, fango o altro, è sicuramente sufficiente ma in alcune situazioni ci sono degli scivoloni abbastanza inaspettati. Nessuna grossa novità da segnalare nemmeno sul nostro fido co-pilota: le sue segnalazioni, tutte doppiate in italiano e perfettamente comprensibili, arrivano coi tempi giusti e con tanto di indicazioni di supporto a schermo, quindi se andrete a finire giù da un ponte portandolo verso una morte orribile sarà esclusivamente colpa vostra.

Complessivamente parlando il gameplay offerto da WRC 9 funziona bene ma non notiamo grossi passi in avanti rispetto agli altri anni… Siamo di fronte a un ottimo gioco di guida pensato per gli appassionati del genere e chi si è trovato bene in passato di sicuro lo apprezzerà, ma non aspettatevi una rivoluzione. 

A livello di longevità sicuramente non ci si può lamentare: oltre alla carriera, che già da sola sarebbe sufficiente a tenervi impegnati un bel po’, abbiamo una marea di sfide e prove speciali da affrontare oltre, naturalmente, a rally che ci porteranno in ogni singola parte del mondo (Italia compresa). Come abbiamo detto poco sopra il livello di difficoltà è molto personalizzabile e questo aiuta sicuramente anche la durata del gioco, così come il numero assolutamente adeguato di vetture presenti su licenza ufficiale. Per concludere, inoltre, gli utenti alla ricerca di una sfida ancora più impegnativa possono buttarsi sulla componente online dove troveranno tempi da battere veramente interessanti oltre a un sistema di Club per sfidare i propri amici in leghe personalizzate.

WRC 9 è sicuramente un buon prodotto anche dal punto di vista tecnico: texture e modelli sono state realizzate bene e anche il suono dei motori è perennemente presente e assolutamente soddisfacente. L’unica critica reale che ci sentiamo di muovere al gioco è sui caricamenti: sulla versione PS4 alcuni sono veramente troppo lunghi e fatichiamo onestamente a capirne il motivo. 

Lascia un commento