Chamber of Wonders – Recensione

Crea la tua camera delle meraviglie

Chamber of Wonders - Recensione

C’è un periodo storico inglese che ha affascinato molti letterati e scrittori, dando vita, proprio in quel periodo, ad alcune delle storie più celebri. Nella Londra del XIX secolo “vivono” Jack lo Squartatore, dottor Jekyll/signor Hyde e Sweeney Todd, solo per citarne alcuni. E proprio qui, in questo trionfo di gotico moderno inglese, che ha luogo Chamber of Wonders, gioco da tavolo di Ludus Magnus Studio, che ringraziamo per copia review. Siete pronti a costruire la vostra Camera delle Meraviglie?

SCHEDA CHAMBER OF WONDERS

Contenuto

  • 12 Pedine Agente
  • 12 Espositori
  • 1 Mappa
  • 5 Zone
  • 6 Carte Contatto
  • 92 Carte Meraviglia
  • 50 Segnalini Sterline
  • 20 Segnalini Grottesco
  • 24 Segnalini Punti Fama
  • 1 Regolamento in italiano
  • 1 Regolamento in inglese

Chamber of Wonders – La nostra recensione

Per quanto pericolose potessero essere le strade di Londra di fine ‘800 dovevano avere comunque un certo fascino e passeggiare nella capitale inglese in quel periodo deve aver avuto certamente un suo perché. Chamber of Wonders ci porta proprio lì, vestendo panni di nobili inglese che decidono di inaugurare una nuova stravagante moda: la Camera delle Meraviglie. Lo scopo del gioco sarà quello di allestire la vostra Camera, esponendo le carte meraviglia recuperate tramite gli agenti per le vie di Londra. Ogni carta che andrà a comporre la vostra collezione vi consente di guadagnare Punti Fama, elemento determinate per decretare il vincitore.

I turni di gioco sono suddivisi in due fasi ben distinte: nella prima vengono inviati gli agenti su una delle zone di Londra, così da poterne attivare il relativo effetto; facoltativamente è possibile anche utilizzare l’abilità speciale di una delle due carte contatto adiacenti alla zona scelta. Queste carte permettono di ottenere sterline, pescare carte, scartarne altre e così via. La seconda fase consiste invece nell’allestire la Camera delle Meraviglie, scegliendo segretamente una carta dalla propria mano ed esponendola in una teca libera.
A disposizione ci sono carte Mostro, sotto forma di Teste, Corpi e Zampe che possono essere esposte singolarmente o in combinazione per formare un Set, carte Grotteschi (utili per ottenere punti a fine partite), carte Leggendari (la cui unicità è un fattore), carte Preziosi che permettono di ottenere sterline, carte Arcani e infine carte Libri che daranno punti a seconda della loro combinazione.
Quando tutti i giocatori avranno piazzato tutti gli agenti e svolte le relative azioni si procederà al conteggio dei punti e alla nomina del vincitore della partita.

Chamber of Wonders è un gioco da tavolo dalle anime contrastanti che però riesce a trovare una sorprendente armonia e un interessante equilibrio. Se da un lato la moltitudine di oggetti e accessori può spaventare (prendetevi tutto il tempo che vi occorre per assemblare le varie componenti da gioco perché ve ne servirà), al punto da risultare difficoltoso il loro collocamento nella scatola (di dimensioni superiori alla media, ndr), dall’altro le meccaniche di gioco si rivelano essere lineari e piacevoli, quasi piacevolmente semplici di fronte alla vastità di contenuti.
Visivamente parlando Chamber of Wonders è qualcosa per certi aspetti unico, grazie anche agli elementi tridimensionali che danno volume e spessore al gioco. È vero, servirà molto spazio sul vostro tavolo, ma ne varrà la pena. I disegni delle carte, degli edifici e della plancia riescono magistralmente a calare i giocatori all’interno dell’atmosfera ottocentesca di Londra.

SEGUICI SUL NOSTRO CANALE TELEGRAM E RESTA AGGIORNATO IN ANTEPRIMA SUI NOSTRI CONTENUTI!


Informazioni su Samuele "SamWolf" Zaboi 5363 Articoli

Videogiocatore da sempre, amante di boardgame, fumetti, cinema e Serie TV. Affascinato da ciò che è insolito e inusuale. Vita da nerd.
"Everybody lies. No exceptions."
Fondatore e ideatore di NerdGames.it
#powertobenerd

Lascia un commento