Penk! – Recensione in 5 Meeple

Il dado è tratto

Penk! - Recensione

Penk! recensione

Il gioco

Giocatori: 2-4
Età consigliata: 8+
Durata partita: 20 minuti
Lingua: Italiano
Prezzo: 9,95 €
Contenuto: 6 Dadi Speciali, 1 Blocchetto Di Schemi, 1 Regolamento.

Lanciate i vostri dadi, sfruttate le combinazioni di numeri uguali più vantaggiose per fare punti e bloccare i vostri avversari. Penk!, gioco che porta la firma di Simone Luciani ed edito da Cranio Creations, è un boardgame per tutta la famiglia, un gioco veloce e strategico, che combina la meccanica di rilancio tradizionale a un sistema di punteggio originale e innovativo.

Cos’è

Penk!, volendo, può essere definito una sorta di Tris 2.0; utilizzando i dadi speciali del gioco, l’obiettivo infatti è quello di completare più tessere possibili in una riga o in una colonna, fino a completare tutto lo schema (impresa però praticamente possibile). All’inizio della partita ogni giocatore riceve un foglio dal blocchetto degli schemi sul quale andrà a segnare il proprio punteggio. Ma come si fanno punti in Penk!? La struttura è estremamente semplice e di facile apprendimento, il che rende questo gioco da tavolo decisamente alla portata di tutti. Sul blocchetto è presente una griglia composta da 25 caselle (5×5), una per ogni combinazione possibile realizzabile con i dadi. La prima riga, ad esempio, si potrà completare ottenendo una faccia con il numero 1, una faccia con il numero 2 e così via. Nella seconda riga le facce con lo stesso numero devono essere 2, nella terza 3 fino all’ultima, dove per completare la prima casella sarà necessario ottenere cinque facce da 1, la seconda casella richiederà invece cinque facce da 2 fino all’ultima dove serviranno cinque facce da 5.
Per poter completare queste caselle occorre lanciare i 6 dadi di Penk!: ogni giocatore a disposizione due rilanci grazie ai quali può decidere di conservare alcune facce o di rilanciarle tutte, sperando di ottenere una combinazione più funzionale. Come avrete intuito, non è stata fatta alcuna menzione per la faccia con il numero 6: questa infatti è occupata dal jolly, fattore che può essere associato a qualsiasi altro numero. Attenzione però! Può essere utilizzato un solo jolly per ogni combinazione. Tenendo conto di queste componenti, per ogni turno, sfruttando i tre rilanci, ogni giocatore potrà completare più caselle fino a quando non avrà completato una riga o una colonna: in questo caso avrà fatto Penk! e tutti gli altri giocatori dovranno cancellare le caselle ancora libere di quella stessa riga o colonna.
Qualora i tre lanci non dovessero consentire il completamente di alcuna casella, il giocatore sarà costretto a sbarrare tutte le caselle libere di una colonna, a propria scelta. Ma come si vince? Il gioco termina quando un giocatore avrà completato (anche sbarrando) due colonne. A questo punto si parte con il conteggio e chi avrà fatto più punti avrà conquistato la vittoria.

Come Gira

Il gioco gira bene indipendentemente dal numero di giocatori. Sia che siate in 2 on in 4 l’alternanza dei turni è decisamente rapida e non si corre il rischio di dover aspettare troppi minuti prima di dover riprendere in mano i dadi. A questo si aggiunge il fatto che si monitora costantemente i lanci degli avversarsi, restando così sempre partecipi e parte “attiva” del gioco.

Ci piace perché

È un gioco facile, semplice, estremamente comodo e intuitivo. Dà il meglio di sé in 4 giocatori, dove il divertimento è sicuramente maggiore. Anche se siete solamente in due, potrete passare minuti in leggerezza senza dover per forza metterci troppo la testa. Il suo ingombro praticamente nullo consente di portarlo ovunque senza alcun problema, fatto non del tutto da trascurare.

Non ci piace perché

Alla lunga potrebbe stancare, soprattutto i giocatori più navigati. Per gli appassionati di bordgame e per chi ricerca un prodotto più hardcore, Penk! forse non è il prodotto più adatto e può essere un titolo giusto per concludere una serata ma niente più.


“Geek-Store”


Informazioni su Samuele "SamWolf" Zaboi 4087 Articoli

Videogiocatore da sempre, amante di boardgame, fumetti, cinema e Serie TV. Affascinato da ciò che è insolito, inusuale e profondo amante del mondo geek.
Vita da nerd.
"Everybody lies. No exceptions."
Fondatore e ideatore di NerdGames.it
POWER TO BE NERD

Lascia un commento