Hungry Shark World – Recensione

Dura la vita da squalo

Hungry Shark World - Recensione

Il mondo mobile da anni ha affiancato, volente o nolente, quello maggiore e più propriamente definito dei videogiochi. Tra le app per smartphone e tablet spopolano prodotti appositamente studiati per questa tipologia di dispositivi e sempre più spesso è possibile vedere un passaggio da console a mobile, con soluzioni progettati ad hoc (da vere e proprie versioni tascabili a più “banali” companion app). Molto più raramente si vede il percorso inverso, dove un prodotto nato per smartphone approda su console. Questo è il caso di Hungry Shark World, che da dispositivi iOS e Android approda su PlayStation 4, Xbox One e anche Nintendo Switch.

Hungry Shark World – Mangia che ti passa

La vita da squalo può essere molto più pericolosa e difficoltosa di quanto ci si possa mai aspettare. Dover saziare un costante e sempre crescente appetito non è semplice e per fare tutto questo è necessario esplorare i più profondi meandri degli oceani, alla caccia di cibo e nuovi pesci (o umani) da sbranare. Sviluppato da Future Games of London, uno studio Ubisoft, Hungry Shark World vi permetterà di sentirvi al comando della catena alimentare anche tra oceani e mari. Inizialmente vestirete “le pinne” di un piccolo squalo e obiettivi su obiettivi, missioni su missioni, potrete sbloccare tutti i predatori del vostro acquario: 20 squali dalle dimensioni sempre più mastodontiche e con un appetito sempre maggiore. Crescendo, naturalmente, potrete saziarvi di pesci sempre più grandi ed esplorare aree nuove. Per ogni squalo ci saranno obiettivi speciali da dover raccogliere che, tra le altre, vi permetteranno di sbloccare oggetti che, se indossati, daranno premi e bonus extra. Percorrendo un sconfinata quantità di metri sottacqua potrete muovervi tra i quattro scenari pensati appositamente per Hungry Shark World, da spiagge esotiche a freddi ghiacci nordici.
Hungry Shark World - Recensione
Detto questo, com’è questa versione per console? I comandi, ripensati appositamente per questa edizione (ho avuto modo di sperimentare l’edizione PlayStation 4), ben si sposano con il gameplay del gioco. Con la levetta sinistra si può muovere liberamente lo squalo mentre con la pressione del tasto X si attiverà lo scatto (dalla durata limitata data la presenza di una barra stamina). Con il tasto quadrato infine è possibile azionare il morso da squalo, con cui sbranare le prede più grandi. Più grande sarà lo squalo più grande sarà naturalmente la preda a cui potete rivolgere i vostri denti aguzzi. Il confronto con la controparte mobile, da questo punto di vista, regge. Giocare su console non si è rivelato così scomodo come inizialmente pensassi anche se, inutile dirlo, utilizzare solo uno sito su uno schermo touch è tutta un’altra cosa per titoli di questo genere.
Fino qui insomma più o meno tutto bene, ecco però che entra in scena per la componente tecnica. Nonostante non si tratti della classica produzione tripla A, è comunque lecito aspettarsi un titolo che possa essere lineare e ben realizzato. Invece non mancano incertezze, script e titubanze che vanno a rovinare l’esperienza complessiva. Rallentamenti si verificano non solo in fase di caricamento ma anche durante le partite, soprattutto quando sullo schermo si palesa una quantità discreta sui pesci. Qui il vostro squalo perde la sua naturalezza nel nuotare e i movimenti diventano improvvisamente incerti e impacciati. Superato questo scoglio, Hunrgy Shark World resta comunque un prodotto difficile da consigliare, ideale per qualche partita “saltuaria”, qua e là, e niente di più. L’impressione è che il gioco riesca a dare il meglio di sé, in questa nuova veste, su Nintendo Switch, proprio grazie alla natura ibrida della console della grande N. La sua portabilità la rende perfetta, trovandosi a metà strada tra l’originale, per dispositivi mobile, e questa nuova versione. Non va trascurato infine il prezzo di ben 9,99€, difficilmente comprensibile, soprattutto a fronte di una gratuità per smartphone.
Resta onestamente difficile capire perché un giocatore debba decidere di investire del denaro per questa versione quando in realtà è possibile averlo senza un solo centesimo sul proprio dispositivo.

“Geek-Store”


Informazioni su Samuele "SamWolf" Zaboi 3619 Articoli

Videogiocatore da sempre, amante di boardgame, fumetti, cinema e Serie TV. Affascinato da ciò che è insolito, inusuale e profondo amante del mondo horror.
"Everybody lies. No exceptions."
Fondatore e ideatore di NerdGames.it
POWER TO BE NERD

Lascia un commento