Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands: nuovi dettagli sulla Special Operation 4

Tutti i dettagli!

Tom Clancy's Ghost Recon Wildlands: nuovi dettagli sulla Special Operation 4

A poche ore dal lancio ufficiale, Ubisoft ha svelato nuovi dettagli della Special Operation 4 di Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands, il nuovo aggiornamento dello sparatutto militare interamente giocabile da uno a quattro utenti in modalità cooperativa.

Tom Clancy's Ghost Recon Wildlands: nuovi dettagli sulla Special Operation 4

Special Operation 4 – in arrivo il 27 febbraio per PlayStation 4, Windows PC, Xbox One e Xbox One X – porterà tutta una serie di novità nel gameplay, tra cui la nuova modalità PvE Guerrilla, la nuova classe PvP Guastatore e molte altre funzionalità richieste dalla community.

La modalità Guerrilla permetterò di ampliare l’esperienza PvE del gioco attraverso una sfida unica che metterà alla priva non solo la resistenza ma anche le abilità e le tattiche dei giocatori. “Da soli o con un team di massimo quattro Ghost, i giocatori dovranno difendere alcune posizioni chiave da ondate di membri del Cartello e della Unidad sempre più letali. Per ogni ondata completata, avranno la possibilità di acquistare e potenziare armi, abilità e accessori, grazie alle risorse ottenute dai nemici eliminati. Ogni scelta sarà determinante e la strategia sarà essenziale per superare questa sfida davvero impegnativa”.

Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands – Special Operation 4: nuovi contenuti per il PvP

Oltre alla modalità Guerrilla, nel nuovo aggiornamento sono inclusi anche nuovi contenuti focalizzati sul PvP di Ghost War. Tra questi troveremo:

  • Una nuova classe PvP con il Guastatore. Questa nuova opzione per la classe Supporto è in grado di impiegare un drone specializzato che può lanciare mine “a concussione”. Queste ultime permettono di ridurre la resistenza dei giocatori, eliminandoli o rallentandone la loro corsa.
  • Due nuove mappe PvP.
  • Due nuovi eventi PvP, Arms Race e Danger Zone. Nel primo i giocatori entreranno in azione armati solo di pistola, costretti anche ad esplorare la mappa alla ricerca delle armi migliori. Nel secondo evento, Danger Zone, i giocatori verranno periodicamente bombardati con delle esplosioni ultrasoniche che li costringeranno a stare sempre in movimento.

Il Ghost Recon Wildlands Year 2 Pass – a partire dal 27 febbraio – offrirà sette giorni di accesso anticipato alla nuova classe di Ghost War insieme all’esclusivo Active Duty Pack. Tutti gli altri giocatori, invece, potranno accedere alla nuova classe PvP a partire dal 6 marzo.

Tom Clancy's Ghost Recon Wildlands: nuovi dettagli sulla Special Operation 4

Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands – Special Operation 4 tra nuove funzionalità e migliorie

Le novità in arrivo con il nuovo aggiornamento del titolo hanno dimostrato che gli sviluppatori hanno saputo ascoltare la propria community, apportando migliorie insieme a nuove funzionalità. Tra queste le impostazioni dell’ora per la modalità Campagna in giocatore singolo, una nuova notifica di emorragia in Ghost War, un’opzione per l’aggiunta della bussola nell’HUD nel PvE e anche l’introduzione di sfide giornaliere della campagna con maggiori ricompense. A queste si aggiunge anche una nuova visuale Mappa di Calore: grazie a questa i giocatori potranno vedere quali sono i luoghi più visitati nelle Wildlands e scoprirne altri che, invece, potrebbero non aver mai visto prima.

Informazioni su Jessica Rivadossi 490 Articoli

Nata e cresciuta nel milanese, è appassionata di cinema e musica, ma anche serie tv addicted tanto che, quando ne trova una che la appassiona particolarmente, non riesce a trattenersi dal fare binge watching.

Lascia un commento