Abluxxen – Recensione

Sei stato abluxxato!

Abluxxen - Recensione

Abluxxen è un gioco da tavolo creato da Wolfgang Kramer e Michael Kiesling pubblicato da Giochi Uniti, che ringraziamo per questa copia review, dove strategia, tattica e tanti numeri si vanno a fondere in questo gioco di carte. E voi siete pronti ad Abluxxare?

SCHEDA ABLUXXEN

Contenuto
  • 110 carte
  • 1 regolamento

Abluxxen – La nostra recensione

ACQUISTA SU AMAZON

L’obiettivo di Abluxxen è quello di liberarsi del proprio mazzo di carte, pianificando con attenzione quali e quante carte giocare durante i propri turni, evitando che i nostri avversari possano abluxxarci. La meccanica principale del gioco ruota attorno al concetto di “abluxxare” le carte degli altri giocatori, ma cosa significa? In sostanza possiamo tradurlo con sottrarre, ossia costringere gli avversari colpiti a rimuovere delle loro carte giocate, che possono finire nella nostra mano o essere scartate del gioco facendone pescare altrettante ai nostri avversari.

Ma come si arriva a tutto questo? Dopo tante domande mi sembra doveroso dare delle risposte. Durante il proprio turno è possibile giocare un set di carte (una o più) e dopo aver fatto questa azione si deve verificare se è possibile abluxxare un set di carte di un altro giocatore, scegliendo se prendere il set di carte “colpito” e aggiungerlo alla propria mano oppure ignorarlo. Nel primo caso il giocatore vittima deve pescare tante carte quante gli sono state sottratte, dal mazzo o dalla riserva visibile, nel secondo invece può scegliere se riprendere quel set in mano oppure scartarlo e pescare altrettante carte. Puoi abluxxare se il tuo set ha lo stesso numero di carte dell’ultimo set giocato da qualcun altro ma di valore più alto. In non fosse possibile abluxxare si procede con la pesca di una carta. Dopo aver giocato e risolto l’abluxxamento, il turno passa al giocatore successivo in senso orario e si procede fino a quando un giocatore non esaurisce tutte le carte o il mazzo di pesca viene esaurito.
A questo punto si giunge alla conta dei punti: 1 punto per ogni carta collocata di fronte a sé e un punto in meno per ogni carta che si ha in mano, a prescindere dal loro valore. Chi avrà totalizzato il punteggio più alto sarà decretato vincitore.

    Ciò che rende Abluxxen intrigante è la sua semplicità apparente, che in realtà nasconde una profondità strategica sorprendente grazie all’azione che dà il nome al gioco. Ogni mossa infatti richiede un equilibrio tra il miglioramento della propria posizione e il sabotaggio degli avversari e la possibilità di creare delle vere e proprie combo di abluxxamenti durante il proprio turno ne è una prova lampante. A questo si aggiunge anche la durata relativamente breve delle partite (solitamente intorno ai 20-30 minuti), facendo di questo gioco da tavolo una buona soluzione per sessioni di gioco rapide o come intermezzo tra giochi più impegnativi.

    Dal punto di vista dei materiali, “Abluxxen” presenta una grafica accattivante e componenti di buona qualità (assicuratevi però di proteggere le carte, ndr). Dimensioni della scatola ridotte, meccaniche profondo ma da una base semplice, rendono questo gioco un riempitivo perfetto per la vostre serate, da avere sempre a disposizione in caso di annose indecisioni su cosa giocare.

    SEGUICI SUL NOSTRO CANALE TELEGRAM, RESTA AGGIORNATO SUI NOSTRI CONTENUTI E COMMENTA CON NOI!


    Informazioni su Samuele "SamWolf" Zaboi 5528 Articoli

    Videogiocatore da sempre, amante di boardgame, fumetti, cinema e Serie TV. Affascinato da ciò che è insolito e inusuale. Vita da nerd.
    "Everybody lies. No exceptions."
    Fondatore e ideatore di NerdGames.it
    #powertobenerd

    Commenta per primo

    Lascia un commento

    L'indirizzo email non sarà pubblicato.


    *


    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.