Hues and Cues – Recensione

Strega comanda color...

Hues and Cues - Recensione

Il mondo dei colori è un mondo affascinante che suscita meraviglia in noi sin da piccoli. Hues and Cues è un gioco da tavolo targato The Op Games che mette i colori al centro del vostro tavolo, letteralmente e non solo. Se vi dicessi cielo che colore vi viene in mente? E siete sicuri sia lo stesso per tutti?

SCHEDA HUES AND CUES

Contenuto
  • 1 tabellone di gioco
  • 100 carte
  • 30 pedine giocatore (3 per ciascuno dei 10 colori)
  • 1 cornice punteggio
  • 1 regolamento

Hues and Cues – La nostra recensione

ACQUISTA SU AMAZON

Se siete amanti dei colori e ancora di più delle sequenze colorate (come per esempio le scatole di pastelli, pennarelli o evidenziatori), Hues and Cues è il vostro gioco, anche se non avete mai avuto a che fare con un gioco da tavolo. Il tabellone infatti è un piacere per gli occhi: si tratta di una gigantesca griglia fatta da 480 quadrati colorati posti in sequenza all’interno di una tabella 16×30. Sopra questo spazio si trova invece la sezione riservata al punteggio che utilizza le tonalità di nero e di grigio.
Imparare a giocare a Hues and Cues non presenta grandi difficoltà: a turno ogni giocatore pesca una carta dal mazzo sulla quale sono rappresentati quattro colori (con relative coordinate), ne sceglie uno da far indovinare agli altri giocatori dopodiché cerca un indizio, composto da una parola soltanto, utile a far capire il quadrato scelto. Gioco in mano, questa parte si è rivelata in maniera interessante più complicata del previsto: siamo quotidianamente “bombardati” da colori – non saprei dire quanti ne vediamo al giorno – ma quando si tratta di trovare un oggetto che possa essere associato a quel colore ecco che tutto diventa più complesso. A questo va aggiunto il fatto che gli altri giocatori possono vedere un colore in maniera differente da quanto facciamo noi.
Trovato l’indizio viene comunicato al tavolo così che gli altri giocatori possano collocare la propria pedina sul quadrato che ritengono essere la soluzione. Fatto questo il giocatore con in mano la carta dà un nuovo indizio, questa volta composto da due parole, giusto per affinare il tiro. Una volta che tutti hanno piazzato entrambe le pedine in loro possesso, viene collocata sul tabellone la cornice punteggio, che al centro del quadrato deve avere sempre il colore presente sulla carta e che deve essere indovinato.

Qui vengono assegnati i punti a seconda che le pedine dei giocatori si trovino all’interno della cornice o adiacenti all’esterno e il suggeritore prendere diversi punti a seconda del numero di pedine presenti all’interno del quadrato (questa distribuzione varia a seconda dei giocatori presenti attorno al tavolo, ndr). Il numero di turni che compongono una partita differisce in base ai partecipanti ma nulla vi vieta di andare avanti fino a quando non ne avrete voglia.

Definire Hues and Cues solo un gioco colorato sarebbe un po’ riduttivo. È sempre vero che a livello di meccaniche non è presente molto ma questo ne facilita l’apprendimento e lo rende attrattivo anche per i giocatori più piccoli. La rigiocabilità è garantita dall’altro numero di carte (sono 100 con 4 colori ciascuna) e dal fatto che i colori sono visti in maniera differente e associati a oggetti diversi da persona a persona. Nulla da dire infine sui materiali di gioco, visivamente un vero tripudio per gli occhi.

SEGUICI SUL NOSTRO CANALE TELEGRAM, RESTA AGGIORNATO SUI NOSTRI CONTENUTI E COMMENTA CON NOI!


Informazioni su Samuele "SamWolf" Zaboi 5357 Articoli

Videogiocatore da sempre, amante di boardgame, fumetti, cinema e Serie TV. Affascinato da ciò che è insolito e inusuale. Vita da nerd.
"Everybody lies. No exceptions."
Fondatore e ideatore di NerdGames.it
#powertobenerd

Lascia un commento