Comicon: le nomination dei Premi del Palmarès Ufficiale 2023

Chi trionferà?

Comicon: le nomination dei Premi del Palmarès Ufficiale 2023

Tornano i Premi del Palmarès Ufficiale di COMICON 2023 che quest’anno verranno assegnati sabato 29 aprile, alle 19:30, presso l’Auditorium del Teatro Mediterraneo della Mostra d’Oltremare. La giuria che decreterà i vincitori sarà composta dalla fumettista Barbara Canepa (Presidente), dal musicista Caparezza, dalla critica e curatrice d’arte Elettra Stamboulis, dal cantante dei Negrita Pau e dall’attore e regista Valerio Mastandrea.
Dieci le categorie competitive divise tra Premi Micheluzzi, che ricompensano le opere italiane, e i Premi COMICON, dedicati alle opere internazionali. 
Di seguito le nomination.

Comicon – Le nomination

PREMI MICHELUZZI (opere italiane)

Migliore Fumetto
La gabbia, Silvia Ziche (Feltrinelli Comics)
Hypericon, Manuele Fior (Coconino Press)   
Malanotte. La maledizione della Pantafa, Marco Taddei e La Came  (Coconino Press)
No sleep till Shengal, Zerocalcare (Bao Publishing)
La Tempesta, Marino Neri (Oblomov Edizioni) 

Migliore Serie italiana
Barbarone, Gipi (Rulez)
Il destino di Paperone, Fabio Celoni, in Topolino #3499/3503 (Panini Comics)
Dirt, Giulio Rincione (Shockdom) – LEGGI QUI LA NOSTRA RECENSIONE
Eternity, Alessandro Bilotta e Sergio Gerasi (Sergio Bonelli Editore)
Tutto un altro Lupo, Lorenzo La Neve e AA.VV., in Lupo Alberto #431/436 (McK Publishing)

Migliore Sceneggiatura 
Gli assediati, Stefano Nardella (Edizioni BD)
Eternity #1, Alessandro Bilotta (Sergio Bonelli Editore)
Mr. Evidence #1, Fabio Guaglione e Adriano Barone (Sergio Bonelli Editore)
La gabbia, Silvia Ziche (Feltrinelli Comics) 
Hypericon, Manuele Fior (Coconino Press)      

Miglior Disegno 
Deep Vacation, Yi Yang (Bao Publishing)
Hypericon, Manuele Fior (Coconino Press) 
Primordial, Andrea Sorrentino (Bao Publishing)
La Tempesta, Marino Neri (Oblomov Edizioni) 
Venere privata. La prima indagine di Duca Lamberti, Paolo Bacilieri (Oblomov Edizioni)

Migliore Opera Prima 
20 nodi, Elena X (Edizioni BD)
Barba. Storia di come sono nato due volte, Alec Trenta (Laterza)
La cura. Storia di tutti i miei tagli, Icaro Tuttle (Becco Giallo)
Mia sorella è pazza, Iris Biasio (Rizzoli Lizard)
Mor. Storia per le mie madri, Sara Garagnani (Add Editore)

Nuove Strade – Miglior Autoproduzione
Confini, AA. VV. (Monitor edizioni) 
Le fameliche avventure di Ukò, Federico Gaddi (Bad Moon Rising Production)
Fino a 21, Henri de Toulouse-Lautrec e KI (Barta Edizioni)
Frankenstein Magazine #8, AA. VV. (Frankestein)
Parafilie, AA. VV. (Acid Free)

PREMI COMICON (opere straniere e internazionali)

Migliore Graphic Novel straniero
Ascolta, bellissima Marcia, Marcello Quintanilha; trad. Roberto Francavilla e Elena Manzato (Coconino Press)
Big questions, Anders Nilsen; trad. Valerio Stivè (Eris Edizioni)
Building Stories, Chris Ware; trad. Francesco Pacifico (Coconino Press)
Disfacimento, Linnea Sterte; trad. Claudia Durastanti (Add Editore)
Look Back, Tatsuki Fujimoto; trad. Luigi Boccasile (Star Comics)
Sunny Ann, Miki Yamamoto; trad. Paolo La Marca (Coconino Press)

Migliore Serie straniera
Adabana. Fiori effimeri #1/3, Non; trad. Asuka Ozumi (Dynit Manga)
Blue Giant #1/4, Shinichi Ishizuka; trad. Fabiana Bertello (J-Pop Manga)
Boys Run the Riot #1/4, Keito Gaku; trad. Michela Riminucci (Star Comics)
Decorum vol.1/2, Jonathan Hickman, Mike Huddleston; trad. Stefano Cresti (SaldaPress)
The Human Target vol.1, Tom King, Greg Smallwood; trad. Lorenzo Corti (Panini Comics)
Gli Orchi-Dei #3. Il grand’uomo, Hubert e Bertrand Gatignol; trad. Francesco Savino (Bao Publishing)

Migliore edizione di un Classico (opere straniere e italiane)
Buon Natale! Corrierino. Il Natale a fumetti, nel secolo scorso (1908-1968), AA. VV. (ComicOut)
Modeste e Pompon, André Franquin e AA.VV.; trad. Giulia Beffa (Nona Arte)
Nick Carter Story #1/2, Bonvi (Editoriale Cosmo)
Sanctuary #1/3, Sho Fumimura e Ryoichi Ikegami; trad. Marco Franca (Star Comics)
To-y #1/2, Atsushi Kamijo; trad. Federica Lippi (SaldaPress)

Giovani Letture (opere straniere e italiane)
Caterina e i Capellosi, Alessandro Tota (Canicola)
Fai rumore. Nove storie per osare, AA.VV. (Il Castoro)
I guardiani del solaio, Oriane Lassus; trad. Elisabetta Tramacere (Diabolo Edizioni)
Isa vince tutto, Lorenzo Ghetti e Rita Petruccioli (Rulez)
Magic Fish. Le storie del pesce magico, Trung Le Nguyen; trad. Omar Martini (Tunué) 
Miss Cat. Il caso del canarino, Jean-Luc Fromental e Joëlle Jolivet; trad. Camilla Diez (Fatatrac)

Comitato di Selezione COMICON 2023

I titoli candidati per i Premi del Palmarès Ufficiale di COMICON sono selezionati scelti dal Comitato di Selezione, che è composto da cinque membri fra i maggiori esperti italiani di fumetto, giornalisti, critici e librai, affiancati da due membri dello staff del festival, nella figura del Direttore artistico e di uno dei membri fondatori della manifestazione. Il Comitato di Selezione 2023 è costituito da:

● Andrea Antonazzo (giornalista e redattore Fumettologica)

● David Padovani (redattore Lo Spazio Bianco, giornalista PanelxPanel)

● Federica Lippi (traduttrice e saggista)

● Sarah Mastrodomenico (libraia, Spine Bookstore Bari)

● Alex Urso (redattore Artribune, Sky Arte)

● alino (co-fondatore COMICON)

● Matteo Stefanelli (direttore artistico COMICON)

La selezione del solo Premio Nuove Strade Miglior Autoproduzione è affidata ad un gruppo di lavoro specifico, costituito da due membri dello staff del festival e da un rappresentante dell’ente partner Centro Fumetto ‘Andrea Pazienza’ di Cremona. Per il 2023 il gruppo di selezionatori è costituito da: alino, co-fondatore COMICON; Kevin Scauri, responsabile Small Press Area COMICON; Michele Ginevra, responsabile Centro Fumetto Andrea Pazienza.

I GIURATI

Barbara Canepa (Genova, 1969) dopo gli studi di Architettura lavora come illustratrice per bambini e nel 1996 inizia a collaborare con Walt Disney Company. Dal 1997 con Alessandro Barbucci e Elisabetta Gnone progetta per Disney la serie W.I.T.C.H., che esce nel 2001 e diventa un successo, venduta in oltre 80 milioni di copie nel mondo. Sempre nel 1997 insieme a Barbucci crea la saga fantascientifica Sky Doll, pubblicata in 28 paesi. Ancora con Alessandro è ideatrice grafica della serie Monster Allergy, uscita nel marzo del 2003 per Buena Vista (Disney) e diffusa in più di 32 paesi, diventata anche una serie animata (prodotta da Rainbow, Futurikon e Disney Channel) con due stagioni all’attivo. Nel 2012 pubblica il fumetto End con la coautrice Anna Merli, attualmente tradotto in 7 paesi e il cui secondo volume è previsto per il 2024. Da oltre 15 anni Barbara è anche una direttrice editoriale: nel 2008 ha creato le due prestigiose collane francesi “Métamorphose” e “Venusdea”, con attualmente oltre 100 titoli usciti. Nel 2022 conclude la collaborazione con il Gruppo Delcourt, e torna a lavorare con il suo primo editore Mourad Boudjellal, creando in società con Antoine Gallimard la nuova casa editrice Les Editions Oxymore all’interno del Gruppo Madrigall. Attualmente Barbara lavora a due nuovi progetti: un dittico sui vampiri, un adattamento del Dracula di Bram Stocker con Isabella Mazzanti e nel 2023 uscirà uno dei suoi più attesi progetti per bambini, in collaborazione con artisti internazionali: una serie di 12 libri a cadenza bimestrale.

Caparezza è il nome d’arte di Michele Salvemini (1973), rapper, cantautore e produttore musicale pugliese. All’attivo ha 8 album in studio e 4 DVD live. Il suo album Verità Supposte lo fa conoscere al grande pubblico e riceve nel 2004 il Premio Lunezia della critica, mentre nel 2014 al suo album Museica ricco di brani dedicati al mondo dell’arte è andata la Targa Tenco per il disco dell’anno. Il suo ultimo lavoro Exuvia, un concept album che riflette sulle priorità della vita e offre una critica a un mondo sempre più regolato dagli algoritmi, è stato premiato nel 2021 come miglior album italiano ai Rockol Awards. Ha ricevuto diversi riconoscimenti per i suoi tour, nei quali mescola esecuzioni live e performance teatrali, ottenendo per questo due OnStage Awards. Caparezza ha inoltre sviluppato varie incursioni nel mondo del fumetto. Ha collaborato con la fumettista Laura Spianelli per il suo libro Saghe Mentali, e con il disegnatore Squaz (Pasquale Todisco) per il booklet dell’album Il Sogno Eretico. Nel 2021 pubblica una versione pop-up del vinile di Exuvia, con variant cover e illustrazioni di Simone Bianchi. Una parte del merchandising del tour del 2022 è stata affidata al fumettista Arturo Lauria.

Elettra Stamboulis è una scrittrice e curatrice d’arte. Nata a Bologna nel 1969 da genitori esiliati politici, si è laureata in Lettere classiche all’Università di Roma “La Sapienza”, e ha perfezionato i propri studi su museografia e allestimento all’Istituto Albe Steiner di Ravenna, conseguendo poi un Master di secondo livello all’Università di Roma Tre. Ha collaborato con numerose testate tra cui Linus, Internazionale, Le Monde Diplomatique, EfSyn. Ha diretto il Festival internazionale del fumetto di realtà Komikazen fino al 2016 e ha curato numerose mostre di arte contemporanea e di fumetto, abbinando un’intensa attività di conferenze pubbliche sul rapporto tra arte e politica in Italia e all’estero. Ha scritto la sceneggiatura per diverse graphic novel e storie brevi, fra le quali: Cena con Gramsci, Arrivederci Berlinguer, Pertini tra le nuvole, Diario segreto di Pasolini, tutti pubblicati da Becco Giallo, Officina del macello da Eris Edizioni e Piccola Gerusalemme, tradotto in greco, turco e francese, e pubblicato in Italia da Mesogea. Cura la collana Cartographic di Mesogea edizioni. Tra le ultime mostre curate: “Avremo anche giorni migliori, Zehra Dogan opere dal carcere”, “La Cina (non) è vicina. Badiucao. Opere di un artista dissidente”, “The Last Soviet Artist: Victoria Lomasko”. 

Paolo Bruni, alias Pau, è la voce dei Negrita, band storica del panorama musicale italiano. Con un diploma artistico e studi di architettura alle spalle, dall’inizio del 2020 la sua creatività si riaffaccia anche sulle arti visive: con una continua sperimentazione, crea una collezione d’arte che incontra rapidamente il favore del pubblico e si presenta con una prima mostra personale nel Giugno 2021 presso Palazzo Fodri a Cremona. Il percorso artistico prosegue con la seconda mostra all’interno di Lucca Comics 2021 e tramite la collaborazione con la maison d’alta moda Carlo Pignatelli, che crea due capsule collections ispirate ai disegni di Pau. Nel Dicembre 2021 espone la sua personale alla Pop House Gallery di Udine. Nel Maggio 2022 ha luogo la sua prima mostra oltre confine presso la Lucchetti Art Gallery di Lugano (CH): una bi-personale con l’amico e disegnatore di caratura internazionale Simone Bianchi (Marvel, DC Comics). Torna quindi ad Udine partecipando con le sue opere a “Banksy & friends”, mostra dedicata alla street art contemporanea, per poi approdare a Palazzo Albergati di Bologna per l’esposizione “Jago, Banksy, TvBoy e altre storie controcorrente”, attualmente in corso fino al 7 maggio 2023.
Nato a Roma nel 1972, Valerio Mastandrea esordisce al cinema con Ladri di Cinema di Piero Natoli per poi essere consacrato nel 1998 con il film L’Odore della Notte di Claudio Caligari. Negli anni a seguire collabora con alcuni tra i più importanti registi del cinema italiano tra cui: Ettore Scola nel film Gente di Roma, Guido Chiesa nel film Lavorare con Lentezza e Paolo Virzì nei film: N nel 2006, Tutta la vita davanti nel 2007 e La Prima cosa Bella nel 2009, per il quale vince il David di Donatello 2010 come miglior attore protagonista e Siccità nel 2022. In seguito, Valerio collaborerà con Ferzan Ozpetek nel film del 2008 Un Giorno Perfetto e con Marco Tullio Giordana nel 2011 in Romanzo di una Strage e partecipa anche al musical di Rob Marshall NINE. Nel 2013 vince contemporaneamente il David di Donatello come miglior attore protagonista per il film Gli Equilibristi, di Ivano De Matteo e il David di Donatello come miglior attore non protagonista per il film Viva la libertà di Roberto Andò. Nel 2015 è il produttore di Non essere cattivo, ultimo film del regista Claudio Caligari. Negli anni successivi interpreta Perfetti Sconosciuti e The Place, entrambi diretti da Paolo Genovese, e Fai bei sogni di Marco Bellocchio. Sempre nel 2018 debutta alla regia con la sua opera prima Ride, per il quale riceve una candidatura ai David di Donatello e vince il Nastro d’Argento come Miglior Regista Esordiente. Inoltre, nel 2018 partecipa al film Euforia diretto da Valeria Golino. Nel 2021 è uscito nelle sale con Diabolik dei Manetti Bross nel ruolo dell’Ispettore Ginko che ha ripreso in Diabolik 2 – Ginko all’attacco nel 2022. Negli anni Valerio ha collaborato spesso con Mattia Torre: negli spettacoli di teatro Migliore, Qui e ora e nei progetti tv in Buttafuori e la serie La linea verticale. Nel 2020 Valerio partecipa a Figli, l’ultimo film scritto da Mattia Torre.

SEGUICI SUL NOSTRO CANALE TELEGRAM E RESTA AGGIORNATO IN ANTEPRIMA SUI NOSTRI CONTENUTI!


Informazioni su Samuele "SamWolf" Zaboi 5469 Articoli

Videogiocatore da sempre, amante di boardgame, fumetti, cinema e Serie TV. Affascinato da ciò che è insolito e inusuale. Vita da nerd.
"Everybody lies. No exceptions."
Fondatore e ideatore di NerdGames.it
#powertobenerd

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.