EA Sports FC 24 – Recensione

non chiamatelo FIFA

EA Sports FC 24 - Recensione

C’era grande attesa per quest’anno calcistico, per lo meno dal punto di vista videoludico. Il motivo è presto detto: dopo decenni segnati dai titoli FIFA, nel 2024 cessa l’accordo tra Electronic Arts e la potenza calcistica. Non staremo qui ad analizzare i motivi di questa separazione, tra mancati accordi economici e di licenza, ma c’era nell’aria un certo sentore di rivoluzione, come se quest’anno con EA Sports FC 24 si sarebbe segnato in qualche modo l’inizio di una nuova era e un taglio netto con il passato. È stato davvero così?

EA Sports FC 24 – La nostra recensione

Pad alla mano, dopo le prime partite, mi sono messo nei panni di EA Sports provando a farmi questa domanda: avendo un prodotto che sul mercato funziona, ha senso cambiarlo? E così, traslando il pensiero dalla mia mente al videogioco la risposta è stata abbastanza ovvia.

EA Sports FC 24 non è un prodotto “diverso” dai FIFA che l’anno preceduto, non è un taglio netto con il passato, una rivoluzione o un punto di svolta da cui ripartire. Ed è giusto così. La serie FIFA negli ultimi anni ha conquistato pubblico (le vendite parlano chiaro) e critica (seppur con alti e bassi) e EA Sports FC 24 riparte proprio da qui, con l’aggiunta fisiologica di qualche miglioria e modifica, il tutto supportato dal motore grafico HyperMotion V.
Ed è proprio da qui che mi sembra doveroso partire, perché l’impatto a livello di gameplay è sicuramente più che positivo. Questo motore permette una nuova gestione dei contatti e della fisica del pallone rendendo i match belli da vedere, dal punto di vista estetico, e da giocare, soprattuto per chi ama i gol e lo spettacolo. Gli attaccanti proteggono meglio la palla grazie al posizionamento del corpo e scardinarla dai loro piedi quando sono spalle alla porta (o provare un anticipo) è un compito tutt’altro che banale, allo stesso mondo gli inserimenti negli spazi sono più frequenti così come i tagli dall’esterno verso la porta: insomma, EA Sports FC 24 è un gioco votato all’attacco dove gli 0-0 saranno una chimera (forse questo non farà felice qualche allenatore di Serie A, ndr): molto più facile e divertente segnare rispetto al non subire gol. La scelta può non essere condivisa da tutti, magari da quel lato di giocatori che invoca sempre più una sterzata verso il realismo puro e sfrenato. Allo stesso tempo però sarebbe sbagliato mettere in antitesi EA Sports FC 24 e il realismo: il capitolo ’24 si muove verso un calcio spettacolare e offensivo che forse è più difficile vedere oggi, soprattutto nel calcio italiano, ma che c’è anche se nascosto.

Sul campo

A livello di contenuti il lavoro di EA SPORTS FC 24 è stato improntato per cercare di accontentare tutti e anche in questo caso si è cercato di ripartire da quanto era già stato fatto con le precedenti iterazioni: se da un lato alcune modalità non hanno subito modifiche rispetto all’annata passata come Volta (ha senso continuare?, ndr), dall’altro ci sono stati novità soprattutto per la modalità carriera – forse la più completa di sempre – e FUT. Partendo da quest’ultimo, sono state introdotte sostanzialmente un paio di novità decisamente interessanti: il calcio femminile con la possibilità di creare squadre miste e le carte evoluzioni, dei plus che consentono di aumentare i valori dei giocatori di medio/basso livello. La modalità carriera riesce a essere più profonda grazie a maggiori opzioni una volta vestiti i panni del vostro alter-ego allenatore. Rispetto al passato c’è una diversa gestione degli allenamenti, che qui possono essere personalizzati per ogni giocatore nel corso della settimana ed evitare che si presentino al match troppo affaticati o troppo poco lucidi.

Tutti questi aspetti vanno a intersecarsi con lo spinoso argomento delle licenze, che da sempre ha appassionato – a torto o a ragione – i fan del gioco. Nonostante la licenza della Serie A sia presente, mancano all’appello alcune squadre della massima divisione italiana (Atalanta, Lazio, Monza, Napoli e Roma) e questo, soprattuto se paragonato con la Premier League, si fa sentire in termini di fruibilità e godibilità del gioco. Provare il calcio del Regno Unito purtroppo non è la stessa cosa del calcio italiano, un po’ come nella realtà, a voi il giudizio se questo aspetto di “realismo” sia positivo o meno.

EA Sports FC 24 è un videogioco che non inventa nulla e non stravolge alcunché ma è un titolo che riesce a ripartire con decisione da quanto era stato fatto nel passato, proponendo ai giocatori il divertimento di godersi una partita di calcio pad alla mano.

SEGUICI SUL NOSTRO CANALE TELEGRAM E RESTA AGGIORNATO IN ANTEPRIMA SUI NOSTRI CONTENUTI!


Informazioni su Samuele "SamWolf" Zaboi 5211 Articoli

Videogiocatore da sempre, amante di boardgame, fumetti, cinema e Serie TV. Affascinato da ciò che è insolito e inusuale. Vita da nerd.
"Everybody lies. No exceptions."
Fondatore e ideatore di NerdGames.it
#powertobenerd

Lascia un commento