Elastium – Recensione

La regola dell'elastico

elastium recensione

Avere un mentalità elastica nella vita forse può essere di aiuto ma senza dubbio è fondamentale se si vuole vincere a Elastium, il gioco da tavolo di Oren Shainin e Yaniv Kahana, edizione italiana del noto Kauchuk e che nel nostro paese viene distribuito da dV Giochi, che ringraziamo per la copia recensione ricevuta.

Ma, come si suol dire, bando alle ciance e addentriamoci subito nell’elasticissimo mondo di Elastium.

SCHEDA ELASTIUM

Contenuto

  • Base di gioco 3D
  • 12 tabelloni intercambiabili (fronte/retro)
  • 50 carte di 5 colori differenti
  • 100 elastici di 4 colori differenti
  • 50 cristalli d’energia
  • 4 pedine segnapunti negli stessi colori degli elastici
  • 1 segnalino conta-round
  • 1 percorso segnapunti e conta-round
  • Regolamento

Un elastico per controllarli tutti

Elastium è un gioco di esplorazione, di maggioranze e raccolta di risorse per 2-4 giocatori che riesce a sorprendere proponendo qualcosa di nuovo. Il nome in questo senso è già un forte indizio: i giocatori infatti per esplorare e raccogliere risorse dovranno utilizzare niente meno che degli elastici.

Prima di iniziare una partita è indispensabile selezionare lo scenario che si vuole affrontare e, di conseguenza, porlo sull’apposito supporto in base al numero di giocatori presenti. Il setup di gioco è estremamente rapido, così come l’apprendimento delle regole: per ogni partecipante c’è a disposizione un meeple (per il conteggio dei punti) e un set di elastici da utilizzare per esplorare e raccogliere risorse. Come detto infatti in sede di presentazione, Elastium presenta una caratteristica decisamente originale, vero cuore pulsante del gioco di Oren Shainin e Yaniv Kahana. Durante il proprio turno ogni giocatore ha a disposizione due azioni: pescare due carte (e fin qui nulla di strano) oppure collocare un elastico (ed ecco ciò di cui sto parlando).

La prima azione consiste nella possibilità di arricchire il proprio mazzo pescando due carte aggiuntive: queste possono essere prese tra quelle scoperte, dal mazzo di gioco coperto oppure una scoperta e una coperta. Una volta effettuata la pescata vengono ripristinate le carte scoperte e si passa al turno successivo. Ma a cosa servono queste carte? Quando si decide di piazzare un elastico, questo va posizionato attorno ai perni (2, 3 o 4) che caratterizzano il terreno dello scenario: a ogni perno corrisponde un colore/simbolo e per poter piazzare l’elastico vanno scartate le carte dei perni corrispondenti. Qualora uno di questi fosse già in vostro possesso non è necessario scartare alcuna carta mentre se è occupato da un elastico avversario allora dovremo consegnare la carta a quel giocatore.

Una volta posizionato il nostro elastico potremo raccogliere tutte le risorse racchiuse al suo interno. Queste possono essere di due tipi: punti per la vittoria e diamanti. Spendendone 3 sarà possibile eseguire un’azione extra durante un turno oppure convertirli, sempre tre alla volta, in un punto vittoria.
Ad arricchire ulteriormente la strategia di gioco si aggiungono le regole specifiche per ogni scenario: queste comprendono le tipologie di aree circoscrivibili con gli elastici (per numero e forme), il numero di turni o il punteggio per decretare la fine della partita, la cui durata media si attesta attorno ai 20/30 minuti, senza risultare mai stancante.
Elastium infatti si rivela un ottimo prodotto che, personalmente, è andato al di là delle mie aspettative. Sin dalla prima partita è possibile apprezzare le qualità di questo boardgame, in grado di offrire un’alta rigiocabilità, grazie anche ai diversi scenari e alle diverse regole per ciascuno di essi, costringendo i giocatori ad adottare, di volta in volta, una strategia differente.
Un’ultima menzione infine per quanto riguarda i materiali di gioco, veramente di ottima fattura. Dopo diverse partite infatti gli elastici non mostrano segni di cedimento (premesso che il loro utilizzo è stato effettuato sempre con la dovuta parsimonia) senza mai allentarsi o spezzarsi.

Elastium è un gioco da tavolo che mi sento di consigliare: senza troppe pretese, facile da apprendere e da assimilare, riesce a offrire divertimento e strategia in maniera sorprendente. 


Informazioni su Samuele "SamWolf" Zaboi 3488 Articoli

Videogiocatore da sempre, amante di boardgame, fumetti, cinema e Serie TV. Affascinato da ciò che è insolito, inusuale e profondo amante del mondo horror.
"Everybody lies. No exceptions."
Fondatore e ideatore di NerdGames.it
POWER TO BE NERD

Lascia un commento