World of Warriors – Recensione

Piccoli, teneri e se le danno di santa ragione

Prendete i grandi condottieri della storia, di ogni epoca, di ogni paese e di ogni etnia. Trasformarteli in personaggi simpatici dal corpo piccolo e dalla testa grande e metteteli in un’arena dove se le daranno di santa ragione. Questo è World of Warriors, un mondo di lottatori e combattenti che ora, dopo il successo su mobile, approda anche su PlayStation 4 perché le Terre Furiose hanno bisogno di noi.

Chi di spada ferisce…
L’esercito del Teschio ha fatto irruzione nelle Terre Furiose e sta a noi riportare l’ordine allontanando una volta per tutte questa minaccia. E come fare tutto questo? Semplice, evocando gli uomini che hanno segnato in maniera indelebile la storia del genere umano. Per riportare alla vita questi memorabili personaggi, 40 in tutto, dovremo ricorrere alle pietre dell’onore ed evocarli nel Tempio dell’Epica.
Prima che vi poniate il dubbio, tutti i materiali, anche quelli per craftare pozioni e talismani, sono ottenibili direttamente in-game, senza dover mettere mano al portafoglio in alcun modo. Questa è una delle grandi novità che la versione console di World of Warriors, a differenza di quella mobile, porta con sé. Naturalmente cambia anche il sistema di comandi che ora si adatta perfettamente al controller DualShock 4 senza richiedere sforzi eccessivi o complesse combinazioni di tasti.
World of Warriors - Recensione
Tornando alle Terre Furiose, l’avventura di snoda attraverso le varie aree di questo continente in un susseguirsi di scontri all’interno di arene dove i combattenti si sfideranno al meglio dei 3 turni. Questa modalità sarà alternata a una speciale che può consistere in una lotta di sopravvivenza senza amici o alleati oppure nello scontro con boss di varie carature e dimensioni. Affrontando queste sfide sarà possibile far aumentare il livello dei propri eroi e raccogliere il materiale da utilizzare nella fucina per creare talismani e pozioni da assegnare ai guerrieri. Se completate con successo, il sistema vi ricompenserà anche con le pietre dell’onore che, come già citato, saranno utilizzate per evocare gli eroi di World of Warriors.
Il sistema di gioco si rivela estremamente intuitivo e di facile apprendimento: la libertà di muoversi e attaccare all’interno dell’arena consente l’utilizzo anche di un pizzico di strategia, cercando di sfruttare gli elementi esterni che entrano in scena per ostacolare tutti i combattenti presenti. Sia chiaro però che la parte assolutamente preponderante resta l’affrontare il proprio avversario e avere la meglio su di lui tra affondi, parate e schivate.
World of Warriors - Recensione
…Di spada perisce
Per arricchire il gameplay è stato pensato anche un sistema che coinvolge gli elementi naturali. Ogni guerriero avrà associato un elemento che sarà efficace contro un altro e debole nei confronti di un altro ancora. Il fuoco è più forte della terra, che è più forte dell’aria, che è più forte dell’acqua, che è più forte del fuoco, per concludere un cerchio semplice semplice. Questo ci porterà a dover scegliere con attenzione i nostri eroi prima delle battaglie: se i nostri avversari di turno avranno come elemento l’acqua sarà saggio da parte nostra non far ricadere la scelta su guerrieri fuoco.
World of Warriors è un gioco piacevole, non dalle alte pretese, che però nasconde al suo interno alcune piccole incongruenze. L’intelligenza artificiale spesso si è rivelata decisamente al di sotto delle aspettative: i vostri avversari troppo di frequente decideranno di risparmiarvi e non darvi il colpo di grazia permettendovi di recuperare le forze oppure, in totale autonomia, cadranno dal ring consegnandovi la vittoria su un piatto d’argento. Questi dettagli abbassano notevolmente la curva di difficoltà del gioco ed è proprio per questo motivo che la componente multiplayer si ritrova a dover recitare una parte importante.
Se quella offline può garantire il suo consueto divertimento, non è possibile dire lo stesso di quella online a causa di un matchmaking che praticamente non tiene conto del livello dei giocatori portandovi magari a scontrarvi con un avversario decisamente più skillato ed esperto di voi. Correggere questo aspetto migliorerebbe senza dubbio l’esperienza di gioco di World of Warriors che altrimenti rischia, una volta conclusa la campagna, di restare abbandonato tra i titoli presenti nella vostra collezione.

World


Informazioni su Samuele "SamWolf" Zaboi 3493 Articoli

Videogiocatore da sempre, amante di boardgame, fumetti, cinema e Serie TV. Affascinato da ciò che è insolito, inusuale e profondo amante del mondo horror.
"Everybody lies. No exceptions."
Fondatore e ideatore di NerdGames.it
POWER TO BE NERD

Lascia un commento