The Plot Holes – Recensione

Plot Holes - Recensione

Star Comics pubblica in un unico volume il geniale fumetto di Sean Murphy, dove un gruppo di underdog ha un solo modo per salvare i libri: fare editing!

Plot Holes – La nostra recensione

Ci perdonino i vostri portafogli, ma anche stavolta non possiamo esimerci da consigliarvi Plot Holes, stupendo esercizio metanarrativo, che diverte senza mandare in confusione il lettore.

I Plot Holes sono un gruppo di personaggi eliminati dalle loro storie, siano essi fumetti e romanzi. A guidare questi Guardiani della Lettura c’è Ed, autoritaria e determinata anziana che conduce questo bislacco gruppo in diversi universi narrativi per salvarli e permettere ai personaggi che ci abitano di poter proseguire la propria esistenza. Come si possono salvare universi e rispettivi abitanti? Facendo editing del romanzo e permettere quindi che diventi più appetibile per il pubblico e le librerie!

Quindi un giorno, questi Expendables della letteratura si presentano a casa di Cliff Inkslayer Wieselwitz, un fumettista in crisi: c’è bisogno anche del suo aiuto in questa battaglia. 

Plot Holes è senza dubbio uno dei fumetti migliori di quest’anno, va raccontato tramite l’entusiasmo che trasmette. Quindi vi dirò semplicemente perché leggere Plot Holes:

  1. perché nella trama il legame tra realtà e fantasia è meraviglioso, come può esserlo nella testa di ciascun lettore: quante emozioni vere abbiamo vissuto per dei personaggi di fiction?
  2. perché in ciascun personaggio rifiutato c’è qualcosa di noi, dei nostri progetti mancati o falliti ‒ e come quei personaggi proseguiamo la nostra battaglia e siamo vivi, non rischiamo di essere cancellati; 
  3. perché è ricco di Easter Eggs e Inside Jokes, ma senza essere troppo impegnativo. (sarà divertente per voi lettori cogliere a chi siano ispirati gli altri componenti dei Plot Holes ‒ alcuni riferimenti a personaggi della cultura pop sono davvero espliciti).
  4. perché traspare l’importanza del lavoro dell’editor, senza voler essere didascalici (per capire meglio la grammatica del  Fumetto consigliamo sempre e comunque Scott McCloud!)
  5. perché il personaggio di Ed è ispirato alla nonna dell’autore (quale omaggio migliore può fare un fumettista a una persona amata?)
  6. perché la sua funzione principale non viene meno:, intrattiene.
  7. perché esalta la Vita, i legami e la bellezza.

Può bastare? Passate parola.

SEGUICI SUL NOSTRO CANALE TELEGRAM E RESTA AGGIORNATO IN ANTEPRIMA SUI NOSTRI CONTENUTI!


Informazioni su Mauro Orsi 130 Articoli

Lettore compulsivo, appassionato di cinema e musica. Ama le storie: raccontate, vissute, disegnate, cantate, scritte o sognate. Insomma di tutto, un po'(p).

Lascia un commento