Politico USA propone una tassa per i videogiochi violenti

Continua il dibattito

Politico USA propone una tassa per i videogiochi violenti

L’argomento videogiochi continua a tenere banco negli USA, dopo le dichiarazioni del governatore del Kuntucky, avvenute una decina di anni fa. Questa volta è il turno del politico Robert Nardolillo III, che ha proposto una tassa del 10% sui giochi violenti.
Politico USA propone una tassa per i videogiochi violenti

Una tassa sui videogiochi violenti?

La volontà è di utilizzare il denaro ricavato da questa imposta per sovvenzionare programmi di assistenza e di supporto nelle scuole. Negli USA gli stati non hanno l’autorità per legiferare contro la vendita di giochi con classificazione “M” ai minori, quindi questa tassa viene proposta come una sorta di compensazione.
Ci sono prove che i bambini esposti a videogiochi violenti in giovane età tendono ad agire in modo più aggressivo di quelli che non lo sono.” sono state le parole di Robert Nardolillo III a supporto della propria iniziativa.

“Geek-Store”


Informazioni su Samuele "SamWolf" Zaboi 5585 Articoli

Videogiocatore da sempre, amante di boardgame, fumetti, cinema e Serie TV. Affascinato da ciò che è insolito e inusuale. Vita da nerd.
"Everybody lies. No exceptions."
Fondatore e ideatore di NerdGames.it
#powertobenerd

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.