MLEM: Agenzia Spaziale – Recensione

Gatti nello spazio

MLEM: Agenzia Spaziale - Recensione

I gatti, si sa, hanno da sempre affascinato l’uomo. E lo stesso si può dire dello spazio e della sua esplorazione. Mondi lontani, lune, pianeti ed avventura suscitano un fascino a cui è difficile resistere. E allora cosa ne dite di provare Mlem, family game che unisce gatti e galassie lontane?

SCHEDA MLEM

Contenuto
  • 5 plance Giocatore
  • 40 segnalini Astronauta
  • 64 segnalini Punteggio
  • 6 dadi, 1 indicatore Razzo
  • 1 plancia Razzo
  • 1 tappetino Cosmo
  • 4 segnalini Obiettivo
  • 1 segnalino Fallimento Cosmico
  • 20 segnalini Esplorazione
  • 20 segnalini Missione Segreta
  • 5 segnalini UFO
  • 1 indicatore UFO
  • 14 segnalini Spedizione
  • 1 Regolamento

MLEM: Agenzia spaziale – La nostra recensione

ACQUISTA SU AMAZON

Corre l’anno 2075 e i gatti hanno ormai conquistato il mondo, pronti ad espandersi verso l’infinito ed oltre! In Mlem ogni giocatore controlla una squadra di gatto-astronauti, con l’obiettivo di esplorare lo spazio e fare più punti di tutti.

Le meccaniche del gioco sono molto semplici. Ogni giocatore rappresenta un centro dell’agenzia spaziale e aeronautica felina e dovrete sfidarvi durante delle esplorazioni per ottenere il maggior numero di punti. La partita termina quando tutti gli astronauti di un giocatore sono atterrati o quando sono terminate le loro vite. Ebbene sì, i gatti hanno 7 vite, ma questi sono speciali, in quanto “gattonauti”, e ne hanno ben 11!

Una partita è organizzata in spedizioni cosmiche, che corrispondono ad un turno, e si susseguono fino a che non sono raggiunte le condizioni di fine gioco. Ogni turno invece è composto da tre fasi e termina quando tutti gli astronauti selezionati sono sbarcati o il razzo è andato in avaria.

La prima fase è il decollo; ad ogni turno, i giocatori si alternano così che uno sia a capo della spedizione. Dopo di che, ciascun giocatore seleziona un astronauta da inviare in missione. Attenzione a scegliere con cura. Ogni astronauta infatti è contraddistinto da un simbolo che corrisponde ad un’abilità speciale, da sfruttare a vostro vantaggio. Ci sono, per esempio, astronauti che permettono di usare un paracadute in caso di avaria, così da atterrare sull’astro più vicino.
La seconda sotto-fase è il viaggio, in cui si lanciano i dadi e si usa il risultato del tiro per spostarsi sulla plancia ed esplorare così lo spazio. Nel caso in cui i dadi ottenuti non corrispondano a quelli indicati sulla plancia, si verifica un’avaria e il razzo si schianta. In questo caso i vostri astronauti perdono una vita e tornano a terra, pronti per la prossima missione. Più andrete avanti nell’esplorazione, più punti varranno i vostri atterraggi, ma sarà anche più rischioso!
Giunti in prossimità di pianeti e lune, giocherete la fase di atterraggio. A partire dal comandante di spedizione, potrete decidere di sbarcare o rischiare per andare avanti e raggiungere lo spazio profondo.

Nella modalità base del gioco ci sono anche diversi segnalini obiettivi, assegnati al primo giocatore che ne soddisfa le condizioni. Questi danno punti aggiuntivi e stimolano ad inserire un minimo di strategia. Sono inoltre previste delle modalità di gioco più avanzate. In una avrete la possibilità di entrare in contatto con gli UFO, in un’altra potrete dedicarvi alle esplorazioni e, infine, una mette a disposizione delle missioni segrete (ovvero obiettivi specifici per ciascun giocatore).
Da un punto di vista grafico e di componenti, Mlem è davvero un prodotto curato e molto apprezzabile. La plancia di gioco principale è costituita da un tappetino con dei colori molto vivaci, mentre le plance giocatori e i punti vittoria sono in cartonato resistente. Ci sono tantissimi riferimenti al mondo dei gatti, dai pianeti a forma di matassa di lana ai punti vittoria a forma di pesciolino. Insomma, è davvero molto ben fatto e curato! Il manuale di istruzioni poi è molto chiaro e accessibile.

Per concludere, Mlem ha delle meccaniche di gioco semplici e immediate e questo lo rende un ottimo family game ed entry level. Può essere quindi una buona scelta anche per i neofiti o per chi gioca occasionalmente. Per chi ha più esperienza, rimane un filler carino, ancor più apprezzabile dagli amanti del mondo felino e dello spazio. Inoltre, offrendo delle modalità di gioco aggiuntive, permette di introdurre un elemento di variazione che ne aumenta la rigiocabilità ed evita la noia. Ringrazio Asmodee per la copia recensione, che ci ha dato modo di esplorare lo spazio e conquistare pianeti e galassie. Prendete le tute, mettete i caschi e preparatevi: si parte in esplorazione!

SEGUICI SUL NOSTRO CANALE TELEGRAM, RESTA AGGIORNATO SUI NOSTRI CONTENUTI E COMMENTA CON NOI!

Lascia un commento