Dixit arriva al Salone Internazionale del Libro

L'arte della micro-narrazione

Dixit arriva al Salone Internazionale del Libro

Tutti a lezione di micro-storytelling! È l’idea promossa da Fronte del Borgo, l’area della Scuola Holden che si dedica alle attività gratuite under 18, e la casa editrice di giochi da tavolo e di ruolo Asmodee. In occasione del Salone del Libro di Torino, tutti i giorni si terrà il laboratorio di narrazione Dixit docet: storie da tavolo – Se una notte d’inverno un giocatore

Dixit al Salone del Libro

Sotto la guida della scrittrice Valeria Usala, i partecipanti dovranno raccogliere la sfida di saccheggiare il celebre gioco Dixit, traendo tutti i possibili spunti offerti dalle sue carte per costruire delle micro-narrazioni lampo.

Dixit è considerato oggi il gioco che meglio rappresenta la nuova generazione di boardgame: adatto a giocatori di tutte le età, con regole semplici e la caratteristica di assegnare grande spazio alla parola e alla fantasia. A differenza dei giochi da tavolo di successo del passato, in Dixit non vince lo stratega o il calcolatore o, ancora, il sapientone, ma colui o colei che hanno il dono di saper raccontare.

Il genere della micro-narrazione lampo è proprio quello su cui si basa il suo successo, spiega Ilaria Tosi, marketing manager di Asmodee Italia, a partire da una carta illustrata che conosce solo lui il giocatore deve dare prova della sua capacità di affabulazione e fantasia, con un indizio in grado di svelare qualcosa, ma non tutto”. 

Ideato nel 2008 dallo psichiatra infantile Jean-Louis Roubira, e dall’illustratrice Marie Cardouat, che firmò le splendide illustrazioni che lo hanno reso famoso, Dixit ha letteralmente trasformato il concetto stesso di gioco da tavolo. Si pensi che ogni anno solo in Italia ne vengono vendute regolarmente oltre 100.000 copie. Lo scopo dei giocatori che, a turno, ricoprono il ruolo del Narratore, è farsi capire da qualcuno, almeno un giocatore, ma non da tutti, pena la mancata assegnazione di punti. Per farlo, con la propria carta segreta davanti, si dovrà essere abbastanza bravi da formulare una narrazione che dia alcuni indizi, ma non troppi; che sia capace di incuriosire e insieme sviare gli avversari, senza però mai ingannarli.
I giocatori che dovranno indovinare saranno poi chiamati, a loro volta, a diventare Narratori in un meccanismo in grado di svelare, a poco a poco, le capacità di ciascuno di immaginare e fantasticare. Ognuno, infatti, vedrà in una carta qualcosa e non qualcos’altro. Non è un caso che la ragione del successo di Dixit risieda proprio nelle sue carte misteriose, allusive, bizzarre e criptiche.

Pensato per tutti i ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado il laboratorio Dixit Docet si terrà al Lab Scrittura Holden, nello spazio Bookstock del Padiglione 2, dal 19 al 23 maggio, tutti i giorni dalle 18.15 alle 19.15. 

Per prenotarsi sarà sufficiente presentarsi davanti alla sala laboratorio ed entrare subito nel vivo della narrazione.  


Informazioni su Samuele "SamWolf" Zaboi 4124 Articoli

Videogiocatore da sempre, amante di boardgame, fumetti, cinema e Serie TV. Affascinato da ciò che è insolito, inusuale e profondo amante del mondo geek.
Vita da nerd.
"Everybody lies. No exceptions."
Fondatore e ideatore di NerdGames.it
POWER TO BE NERD

Lascia un commento