Ensemble – Recensione

Questione di telepatia

Ensemble - Recensione

È sicuramente affascinante come il mondo dei giochi in scatola, un elemento così concreto e tangibile, faccia affidamento a fantasia, immaginazione e anche telepatia per dare vita a board game interessanti e divertenti. Da questo vasto insieme oggi peschiamo Ensemble, un gioco di Luigi Ferrini e Daniele Ursini (con le illustrazioni di Daniela Giubellini), distribuito in Italia da Ghenos Games, che ringraziamo per la copia review. Unite le vostre menti, affilate la vostra fantasia e superate l’ultimo livello!

SCHEDA ENSEMBLE

Contenuto

  • 125 illustrazioni uniche
  • 3 scenari aggiuntivi
  • 90 carte voto
  • 1 plancia
  • 11 segnalini
  • 1 regolametno

Ensmble – La nostra recensione

Ensemble è un gioco collaborativo per 2-10 giocatori dove l’obiettivo è quello di riuscire a sincronizzare le proprie scelte senza però poter comunicare in alcun modo. Riuscire a superare tutti e 9 i livelli sarà il vostro traguardo per raggiungere la vittoria.

Una volta assemblata la plancia e preparati i segnalini vita (a seconda del numero di giocatori presenti) vengono distribuite a ciascuno dei partecipanti le nove carte voto di uno stesso colore e la partita può iniziare. A questo punto vengono pescate due carte ricordo – ce ne sono 80 nel mazzo base – poste rispettivamente sul numero 1 e 2 della plancia; una terza viene invece collocata al centro del tavolo: questa costituirà la sfida del livello.

Ed è qui che i giocatori entrano effettivamente in scena: segretamente si deve decidere quale delle carte Ricordo poste sulla plancia meglio si associa alla carta sfida di quel livello; il voto andrà espresso scegliendo la carta voto corrispondente alla posizione della carta designata. Una volta che tutti avranno fatto la proprio scelta, arriva il momento di scoprire le storti di quel destino, con tre diverse possibilità:

  1. Tutti i giocatori hanno votato la stessa carta: il livello viene superato e si recupera un segnalino vita perso.
  2. Il voto non è unanime tra i giocatori ma la maggioranza supera la soglia di tolleranza prevista: il livello viene superato come in precedenza ma non si recupera alcun segnalino vita.
  3. Non si riesce a raggiungere la maggioranza: il livello non viene superato e si perde un segnalino vita.

Nei primi due casi la carta Sfida viene scartata e sostituita da quella più votata mentre sulla plancia vengo aggiunte carte Ricordo fino al numero del livello dell’indicatore (in caso il livello superato fosse il nono, vittoria ottenuta!). Qualora il livello non dovesse essere superato, la carta sfida viene sostituita dalle carte più votate e si aggiungono carte Ricordo sull’indicatore: se non dovessero esserci più a disposizione segnalini vita la partita è persa immediatamente, in caso contrario andrà girato il segnalo attivo più a sinistra.

Così facendo si deve proseguire livello su livello fino a raggiungere il nono nonché ultimo: è evidente che con l’aumentare delle carte Ricordo sale anche la difficoltà di riuscire a trovare una linea comune, a maggior ragione se si sottolinea il fatto che i giocatori non possono comunicare tra loro, affidandosi di fatto esclusivamente alla loro “telepatia”. Ad arricchire ulteriormente Ensemble, estendendo la longevità e la rigiocabilità, sono presenti nella confezione anche 48 carte scenario, che vanno ad rimpolpare il mazzo delle carte Ricordo con nuovi contenuti. Il consiglio è di introdurre queste carte solo una volta che si ha acquistato la giusta padronanza con la vasi del gioco.

Semplice e veloce (la durata media di una partita difficilmente supere i 30 minuti), Ensemble è uno di quei giochi da “una partita tira l’altra”, sopratutto nelle serate dove il gruppo di gioco è più numeroso. Il meglio infatti, in termini di godimento e divertimento, c’è solo quando il numero di giocatori si avvicina al massimo consentito: è vero che in questo caso raggiungere la vittoria diventa un’impresa un po’ più complessa ma ne vale sicuramente la pena.

Nulla da eccepire infine la qualità dei materiali, decisamente nella media dei titoli dello stesso genere; la scatola di dimensioni ridotte ne rendono inoltre più semplice e pratico il trasporto.


Informazioni su Samuele "SamWolf" Zaboi 3870 Articoli

Videogiocatore da sempre, amante di boardgame, fumetti, cinema e Serie TV. Affascinato da ciò che è insolito, inusuale e profondo amante del mondo geek.
Vita da nerd.
"Everybody lies. No exceptions."
Fondatore e ideatore di NerdGames.it
POWER TO BE NERD

Lascia un commento