The LEGO Movie 2 Videogame – Recensione

Il collezionista che vive in noi

The LEGO Movie 2 Videogame - Recensione

È Meravigliosoooooo! Ci eravamo lasciati con questa canzoncina e da qui riprendiamo. Il primo film dedicato al mondo LEGO ha stupito tutti, grandi e piccini, riuscendo col suo umorismo ironico e divertente a far breccia nel cuore degli appassionati di mattoncini e non solo. Oggi, tuttavia, siamo qui per parlare del videogioco dedicato al sequel uscito nelle sale da qualche tempo per celebrare un franchise che ormai è un vero e proprio colosso dell’industria. Anche questa volta, come per numerosissime altre produzioni, il team di sviluppo è TT Games e le meccaniche di base sono quelle che già conosciamo: ci troviamo di fronte a un action con una forte impronta da collezionista in cui risolvere semplici ma divertenti enigmi ambientali. Ma è veramente andato tutto come previsto? Scopriamolo insieme!

Quello speciale

Questo nuovo capitolo della serie LEGO, come abbiamo accennato poco sopra, non rinnova il franchise in maniera significativa e non riesce a dare quella svolta di cui il brand forse dopo tanti anni avrebbe bisogno. Gli sviluppatori puntano tutto sul carattere dei personaggi e sulle loro abilità speciali, sfidando i giocatori a collezionare mattoncini rari e a risolvere puzzle sinceramente piuttosto banali. Le fasi di combattimento, per quanto siano a tratti divertenti, annoiano dopo poco ma ci rendiamo conto che non siano il punto centrale della produzione… Sicuramente, però, avremmo apprezzato uno sforzo maggiore per renderle più godibili. Il fatto che la difficoltà sia praticamente nulla, inoltre, non migliora le cose e tende a rendere il gioco una semplice caccia al tesoro pensata per rilassare e divertire l’utente: non è assolutamente una cosa negativa, sia chiaro, ma è bene che sappiate a cosa andate incontro.

A livello di trama non vogliamo dire troppo per evitare spoiler: il gioco ovviamente riprende moltissimo dal film, ma offre al tempo stesso anche diverse quest originali che si sono rivelate piuttosto divertenti. La longevità e assicurata e il cast di personaggi ci ha conquistati com’era prevedibile: anche questa volta, come in passato, possiamo facilmente fare uno switch tra un personaggio e l’altro con la semplice combinazione di più tasti e questo permette ai giocatori di potersi divertire lasciando libero spazio alla loro fantasia.

Il carattere ironico e scanzonato del gioco, unito all’umorismo tagliente di alcuni personaggi, costituisce senza dubbio l’elemento di maggior pregio di una produzione che altrimenti sarebbe onestamente insufficiente. Questo gioco non funziona in teoria per molte buone ragioni, ma alla fine riesce ugualmente a divertire e a tenere l’utente incollato allo schermo alla ricerca di quel collezionabile o di quel personaggio. Si poteva fare meglio? Sicuramente sì, ma The LEGO Movie 2 Videogame è e resta innegabilmente un gioco divertente.

Errori evitabili

Finora abbiamo parlato di gameplay e trama, ma vale la pena soffermarsi anche sull’aspetto tecnico del titolo. Nella versione PS4 da noi testata non abbiamo notato enormi problemi ma c’è qualche piccolo difetto che sicuramente avremmo evitato volentieri. La gestione della telecamera non ci ha colpiti per niente, così come il sistema di comandi e alcune animazioni dei nemici. I caricamenti sono buoni anche se avrebbero potuto essere gestiti meglio, mentre la colonna sonora svolge più che degnamente il suo compito coinvolgendo e catturando il giocatore.

Il mondo, o meglio i mondi di gioco sono indubbiamente vasti e belli da esplorare e siamo felici di sottolineare il buon lavoro fatto dagli sviluppatori per presentare ambientazioni super colorate e ricche di dettagli. Sull’intelligenza artificiale dei nemici preferiamo invece stendere un velo pietoso, ma come abbiamo detto possiamo capire che non fosse il cruccio principale dei ragazzi di TT Games.

Lascia un commento